Jumping: all’italiano Gianni Govoni il “premio consorzio Valpolicella"

"La vittoria italiana di Govoni con il marchio del Consorzio, che rappresenta un emblema del Made in Italy nel mondo, è una splendida abbinata - ha detto Marchesini - e un modo ideale di inaugurare la nostra partnership con Fieracavalli"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeronaSera

E' stato con grande soddisfazione che il presidente del Consorzio Tutela Vini Valpolicella Christian Marchesini ha consegnato al vincitore, l'azzurro Gianni Govoni, il trofeo del "Premio Consorzio Valpolicella", competizione a difficoltà progressive con cui è terminata la seconda giornata di Jumping Verona 2012. "La vittoria italiana di Govoni con il marchio del Consorzio, che rappresenta un emblema del Made in Italy nel mondo, è una splendida abbinata - ha detto Marchesini - e un modo ideale di inaugurare la nostra partnership con Fieracavalli".

Il cavaliere modenese Gianni Govoni, che di una monta sempre all'attacco ha fatto in suo "marchio di fabbrica", in sella a Dynamite VT ha conquistato la vetta della classifica grazie a una prestazione veloce (49.00) e a un punteggio complessivo di 65 punti. Al secondo posto l'olandese Jur Vrieling, anche lui con 65 punti, ma con cronometro più alto: 49,65. Terza piazza per un altro "garista" italiano, Roberto Arioldi con Viper, 65 punti e 50,75 al tempo, che ha preceduto il connazionale Giovanni Consorti su Cocodrillo (65/52,34). Soddisfazione per Gianni Govoni tornato alla vittoria in una categoria di un concorso di World Cup: "Dynamite aveva iniziato come cavallo da dressage, ma ha un grande galoppo. - ha raccontato - Lo monto da poco e spero che nei prossimi mesi raggiungeremo il giusto affiatamento".

 

Torna su
VeronaSera è in caricamento