Viviani cambia squadra e passa alla Cofidis. «Posso vincere di più»

Il ciclista oppeanese non correrà nella prossima stagione con la Deceuninck. «La maglietta di Cofidis è tra le più storiche ed è un orgoglio indossarla»

Elia Viviani (Foto di repertorio)

Quella di Londra è stata l'ultima vittoria del veronese Elia Viviani come ciclista a tutti gli effetti della squadra griffata Deceuninck. Il corridore oppeanese terminerà questa stagione ciclistica con il suo attuale team, ma la prossima stagione la correrà con una nuova squadra, la Cofidis.

L'annuncio è stato dato ieri, 5 agosto. «Siamo molto felici di accogliere Elia Viviani - hanno dichiarato i vertici della Cofidis - È uno dei migliori corridori del mondo ed è il leader che non cercavamo. Correrà con noi per le prossime due stagioni e noi contiamo su di lui per imporci ad alto livello».
Insieme a Viviani, passa alla Cofidis anche il suo attuale compagno di squadra Fabio Sabatini. I due corrono insieme dal 2010 e la squadra punta molto sulla loro intesa. 

Sono molto entusiasta di questa nuova avventura - ha commentato Viviani - Cofidis mi ha fortemente voluto e mi ha proposto un progetto ambizioso. Apprezzo molto il desiderio di creare un gruppo attorno a me e la fiducia che mi viene mostrata con l'arrivo del mio amico Fabio Sabatini. Inoltre, la maglietta di Cofidis è tra le più storiche ed è un orgoglio indossarla. Per quanto riguarda i miei obiettivi per la prossima stagione, anche se ho vinto una tappa quest'anno, voglio davvero vincere di più al Tour de France. Sento di poter vincere di più. In termini di classici, ci sono due gare che sogno di vincere: la Milano-Sanremo e la Gent-Wevelgem. Questi saranno i miei obiettivi principali per la prossima stagione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento