Salernitana - Chievo Verona 1-1 | Clivensi a due facce: un punto e qualche rimpianto

Chievo leone nel primo tempo, molto sofferente nella seconda frazione

Il gol di Djordjevic

Un tempo a testa e un punto a testa, oltre ad un'espulsione per somma di ammonizioni a testa. Salernitana e Chievo Verona si sono spartiti tutto a metà con metodica precisione, nel corso di una sfida godibile e vivace dal primo all'ultimo minuto.

La squadra di mister Marcolini ha letteralmente dominato l'intera prima frazione di gioco, costruendo numerose palle da gol. Su tutte la più clamorosa è stata senz'altro quella sprecata con un tiro fiacco, a tu per tu con il portiere avversario, da Meggiorini al 10°. Ma proprio il bomber gialloblu si è fatto poi perdonare nel giro di un quarto d'ora, riuscendo a fare da sponda al limite dell'area all'accorrente Djordjevic che con un mancino a giro di prima intenzione è riuscito al 27° a insaccare la palla in rete per il meritato vantaggio del Chievo.

La gioia del gol per gli ospiti è però durata poco. Nonostante infatti il Chievo sembrasse perfettamente padrone del campo, di fronte a degli avversari tramortiti dalla rete subita e praticamente fino ad allora mai entrati in partita, al 35° è arrivato il pareggio della Salernitana. Un discutibile fallo in area di Obi è stato sanzionato dall'arbitro Volpi con il tiro dal dischetto che l'ex di giornata Kiyine ha realizzato grazie ad un'esecuzione centrale.

La prima frazione si è quindi chiusa sul risultato di parità e, al rientro in campo delle due squadre, la musica è decisamente cambiata. Il Chievo è apparso stanco e quasi rinunciatario, mentre i ragazzi di Ventura hanno iniziato a martellare. Una prima ghiotta occasione la Salernitana l'ha avuta al 55° con Maistro che ha però calciato alto sopra la traversa da ottima posizione. Poi è stato il turno di Odjer con due conclusioni che nell'arco di dieci minuti hanno in entrambe le circostanze impensierito non poco l'estremo difensore Semper. 

Al 76° è quindi giunto quello che si sarebbe potuto rivelare un momento decisivo per il match: Pina Nunes già ammonito ha commesso un fallo sulla trequarti avversaria. Un intervento non particolarmente irruento, ma che l'arbitro Volpi ha giudicato comunque da giallo e che gli è dunque costato l'espulsione. Il Chievo in dieci è corso ai ripari con Marcolini che ha inserito Bertagnoli ed Esposito per Meggiorini ed Obi. Ma l'inferiorità numerica è durata davvero poco: all'81° infatti anche Kiyine è stato a sua volta espulso per un altro fallo assolutamente non da giallo, ma che l'arbitro ha ritenuto di dover sanzionare con un'ammonizione.

Ristabilita la parità numerica in campo, le due squadre sono parse tirare un po' i remi in barca e quasi accontentarsi del pareggio. Un risultato che, a conti fatti, forse conviene di più al Chievo avendo giocato in trasferta, ma resta certamente anche il rammarico per i gialloblu di non aver saputo dare continuità alla sontuosa prova del primo tempo anche nella seconda frazione di gioco. Ora, con soli 6 punti conquistati in cinque giornate, sarà oltremodo decisiva la partita casalinga di domenica prossima alle 15 contro il Pordenone, per stabilire se in questo inizio di campionato il "vero" Chievo sia quello visto nei primi 45 minuti di oggi, piuttosto che non quello della seconda frazione. Marcolini avrà sicuramente di che lavorare in questi tre giorni di preparazione in vista della prossima delicatissima sfida.

La cronaca del match

Primo Tempo

  • 1° Si comincia, al via la sfida tra Salernitana e Chievo.
  • 5° Ci prova Djordjevic da fuori area, para facile Micai.
  • 7° Dall lunga distanza va al tiro anche Vignato col mancino, palla sporcata che Micai trattiene senza problemi.
  • 10° Occasionissima per Meggiorini a tu per tu con Micai dopo una splendida sponda di testa di Djordjevic, ma il tiro del "Meggio" viene deviato in corner.
  • 19° Bello scambio al limite dell'area tra Meggiorini e Segre, la conclusione di quest'ultimo finisce però alta.
  • 27° Segna il meritato vantaggio clivense Djordjevic con una perla mancina dal limite dell'area.
  • 35° Pareggia l'ex Kiyine realizzando un calcio di rigore concesso con molta generosità alla Salernitana per un dubbio fallo di Obi in area.
  • 38° Colpo di testa di Meggiorini sugli sviluppi di un calcio di punizioni, ma il portiere della Salernitana para centrale.
  • 43°+3 minuti di recupero. Si chiude in parità la prima frazione.

Secondo tempo

  • 46° Al via la seconda frazione del match.
  • 55° Cross dalla destra, Semper respinge e subisce una carica, l'arbitro non fischia e sulla respinta Maistro calcia a botta sicura: palla alta di un soffio.
  • 57° Calcia in diagonale dalla destra Odjer, para Semper che si rifugia in corner.
  • 60° Esce Vignato, al suo posto entra Garritano.
  • 66° Ci prova ancora dalla lunga distanza Odjer con un destro potente ma centrale, para Semper.
  • 76° Arriva un secondo (generoso) cartellino giallo per un fallo di trascinamento di Pina Nunes sulla tre quarti campo dopo un controllo sbagliato e conseguente espulsione.
  • 78° Marcolini corre ai ripari: fuori Meggiorini e Obi, dentro Bertagnoli ed Esposito.
  • 81° Espulso anche Kiyine per somma di ammonizioni: metro di giudizio dell'arbitro Volpi forse un po' troppo severo, ogni fallo un giallo.
  • 90° Iniziano 5 minuti di recupero.
  • Finisce in parità la sfida dell'Arechi.

Le formazioni in campo

SALERNITANA (3-5-2): Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski; Cicerelli, Odjer, Di Tacchio, Maistro, Kiyine; Giannetti, Djuric. 

Allenatore: Ventura

CHIEVO(4-3-1-2): Semper; Dickmann, Leverbe, Cesar, Frey; Pina Nunes, Obi, Segre; Vignato; Meggiorini, Djordjevic. 

Allenatore: Marcolini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento