Hellas Verona - Cittadella 4-0 | Pazzini fa impazzire il Bentegodi

Tre gol del Capitano gialloblu hanno messe a sedere la formazione padovana, colpita nel finale anche da Tupta, per la prima volta a segno tra i professionisti

Giampaolo Pazzini

Nella diciottesima giornata di Serie B, l'Hellas Verona stende il Cittadella con un sonoro 4-0, che porta la firma di Giampaolo Pazzini, a segno con una tripletta, e Lubomir Tupta. 

Ad avere il migliore impatto sulla gara però è stata la squadra di Venturato, che ha messo in campo fin da subito quell'aggressività che gli scaligeri hanno spesso sofferto in questa prima metà di campionato. I ragazzi guidati da Fabio Grosso, soprattutto nelle ultime partite, hanno dimostrato di essere migliorati, principalmente sotto il profilo della personalità e dello stare in campo: piano piano infatti, i padroni di casa hanno trovato le contromisure alla pressione avversaria, riuscendo a spostare la palla nelle zone più libere. È nata così una pima frazione di gioco dai buoni ritmi, segnata però dalla ferocia di Pazzini. Tenuto a lungo in panchina nelle ultime giornate, tra le proteste dei tifosi che lo volevano in campo, il Capitano ha trascinato la squadra e si è avventato su ogni pallone vagante: entrambi i primi due gol sono frutto del suo istinto da rapinatore d'area, che prima lo ha fatto trovare al posto giusto sulla spizzata di Gustafson e poi lo ha spinto a lanciarsi sul tiro deviato di Colombatto. Il Cittadella nel frattempo non ha mai deposto le armi, creando diversi grattacapi alla difesa guidata da Silvestri, ma peccando in diverse occasioni di freddezza e lucidità. Nel tentativo di premere sull'acceleratore inoltre, i padovani hanno anche rischiato lasciando spazi a Matos e Lee, ben supportati da Almici e Balkovec, che con le loro scorribande hanno tenuto in apprensione Paleari e soci. 

Partiti forti anche nella ripresa, gli ospiti hanno subito messo alle corde l'Hellas producendo il massimo sforzo, ma quando sono riusciti ad infilarsi nei rari pertugi del fortino scaligero, si sono trovati davanti ad un Silvestri in grande forma, che una dopo l'altra ha annullato le occasioni del Cittadella. Se nel primo tempo infatti era stata spesso decisiva l'imprecisione di Strizzolo, nella ripresa l'estremo difensore scaligero è stato chamato in causa soprattutto da Adorni, Ghiringhelli  Branca, rispondendo sempre presente. Con il passare dei minuti inoltre, l'intensità e le energie dei ragazzi di Venturato hanno iniziato a calare, così il palleggio scaligero ha potuto districarsi dalla rete del pressing ospite e rimettere in moto le ali di Grosso, con Matos che nel finale si è guadagnato il rigore che ha definitivamente messo la parola fine alla partita, mentre allo scadere Tupta ha trovato la sua prima goia tra i professionisti. 

Risultato probabilmente troppo ampio per quanto visto sul terreno di gioco, ma una vittoria comunque meritata per l'Hellas Verona. Ordinata in difesa e ben messa in campo, la squadra di Grosso è riuscita, grazie anche alle parate di Silvestri, a reggere all'urto di un Cittadella che non si è mai arreso, almeno fino al rigore di Pazzini. In quei momenti in cui hanno potuto ragionare, i padroni di casa sono sempre riusciti a rendersi pericolosi, potendo contare sulla velocità degli esterni e sulla concretezza del Capitano. 
È ancora da migliorare la capacità di palleggio nei momenti più intensi della partita, che ancora spesso vedono gli scaligeri in difficoltà, ma i miglioramenti sembrano comunque evidenti. 
Con questa vittoria ora il Verona sale al terzo posto in classifica, con Lecce e Pescara, a cinque punti dalla capolista Palermo e nella prossima sfida, fissata per il 30 dicembre, affronterà il Foggia. 

La cronaca e il tabellino

PRIMO TEMPO - L'Hellas gioca il primo pallone. Primo squillo della partita arriva dal sinistro di Branca al 3', bloccato dal Silvestri. Spettacolare rovesciata di Panico al 4', sugli sviluppi di un corner, che si stampa sulla traversa. Partenza sprint degli ospiti. I gialloblu provano ad alzarsi e all'8 Paleari deve respingere il cross di Almici. Buoni ritmi in questo inizio. Al 10' Pazzini trova la deviazione vincente sotto porta, dopo la spizzata di Gustafson. Cresce di personalità il Verona. Partita combattuta: la squadra di Venturato pressa per recuperare, il Verona fa girare la sfera e cerca di non lasciare spazi. Punizione di Almici al 25', parata facile. Strizzolo s'invola verso la porta al 26', ma al momento della conclusione da posizione favorevole viene disturbato da Caracciolo e Silvestri respinge. Al 29' Strizzolo liscia un buon assist arrivato da destra e l'occasione sfuma. Subito dopo un altro traversone interessante non viene raccolto dai due attaccanti padovani. Hellas molto attendista in questa fase. Pazzini strozza troppo il tiro in area al 31', dopo una fuga di Matos. Al 32' Lee sfugge alla marcatura sulla sinistra, la mette dietro per Colombatto, tiro deviato sul cui si avventa Pazzini, che sigla la doppietta. Strizzolo getta alle ortiche un'altra ottima occasione, calciando fuori una palla vagante dal limite dell'area piccola. Al 42' Lee semina il panico, si accentra e lascia partire un gran destro che va vicino all'incrocio. Il Cittadella continua a cercare la via del gol.

SECONDO TEMPO - Il Cittadella prova a partire forte anche nella ripresa. Ritmi ancora buoni e squadre concentrate nel non concedere nulla agli avversari. Bianchetti respinge con i piedi un diagonale al volo ben indirizzato di Branca al 52'. Silvestri al 54' anticipa Maniero in area in scivolata. Adorni al 55' incorna di testa e trova l'ottima parata dell'estremo difensore gialloblu. Buon momento dei padovani che alzano la pressione. Brutto retropassaggio di Matos al 58', Panico ne approfitta, salta Silvestri ma si allunga troppo la palla che esce. In difficoltà, i gialloblu cercano di eludere il pressing ospite con il palleggio. Segni di risveglio da parte del Verona, mentre Panico al 70' svirgola un difficile pallone in area. Ritmi ora più bassi rispetto alla prima parte della ripresa. Miracolo di Silvestri al 77' sulla conclusione ravvicinata di Ghiringhelli servito da Finotto, che subito dopo ci ha provato a sua volta senza fortuna. All'82' Bussaglia, appena entrato, aggancia Matos in area e Sacchi concende il rigore: sul dischetto va Pazzini che non sbaglia. Silvestri all'85' nega il gol a Branca bloccando la sua potente conclusione mancina. All'89, sugli sviluppi di un corner, Almici fa da torre per Tupta che insacca da due passi. Silvestri al 93' abbassa ancora la saracinesca su Finotto. 

HELLAS VERONA - CITTADELLA 4-0

MARCATORI: Pazzini (HV) al 10', al 32' e all'82', Tupta (HV) all'89'

HELLAS VERONA: Silvestri, Almici, Caracciolo, Bianchetti, Balkovec, Zaccagni, Colombatto (dal 82' Henderson), Gustafson, Matos, Pazzini (dall'87' Tupta), Lee (dal 74' Kumbulla).
A DISPOSIZIONE: Berardi, Chiesa, Eguelfi, Di Carmine, Laribi, Dawidowicz. ALLENATORE: Grosso.

CITTADELLA: Paleari, Adorni, Schenetti, Strizzolo (dal 63' Finotto), Camigliano, Panico, Pasa, Branca, Ghiringhelli (dall'80' Bussaglia), Maniero (dal 69' Malcore), Cancellotti.
A DISPOSIZIONE: Maniero, Benedetto, Iori, Malcore, Drudi, Proia, Dalla Bernardina. ALLENATORE: Venturato.

ARBITRO: Juan Luca Sacchi.

AMMONITI: Ghiringhelli, Schenetti

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Potrebbe interessarti

  • Piscina interrata: ecco la guida che vi svelerà tempi e costi

  • Da borgo Roma parte l'approccio multidisciplinare ai disturbi motori funzionali

  • Formiche in casa? Ecco la guida che vi aiuterà a liberarvene

  • Labbra sensuali e carnose: ecco i rimedi naturali per un super effetto volume

I più letti della settimana

  • Tragedia nel Veronese: muore dopo un incidente stradale in scooter

  • Cade dalla bici dopo essere arrivato al lavoro e muore davanti al padre

  • Poiano, uomo perde le vita in via Fincato nello scontro tra un'auto e una moto

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 giugno

  • Rientra in hotel ubriaco, sbaglia stanza e picchia l'uomo che la occupa

  • Mamma dimentica le chiavi: bimbo di un solo anno resta chiuso in auto

Torna su
VeronaSera è in caricamento