Chievo Verona - Roma, le probabili formazioni | Out capitan Pellissier

Di Carlo dovrebbe sostituire il bomber con Djordjevic, che affiancherà Stepinski. Schelotto potrebbe partire titolare nel ruolo di terzino destro, mentre quasi certamente Diousse sarà il perno del centrocampo

Sergio Pellissier in azione

Frammentata su quattro giorni, la ventiduesima giornata di Serie A mette di fronte Chievo Verona e Roma allo stadio Bentegodi, alle ore 20.30 di venerdì sera. 

Dopo non essere riuscita a conquistare la vittoria nello scontro-salvezza contro l'Empoli, la formazione di Di Carlo si trova sempre in fondo alla classifica, a 9 punti di distanza dal quart'ultimo posto. I veronesi sono dunque costretti a trovare un risultato positivo anche in una sfida così proibitiva, per tenere viva la speranza di raggiungere l'obiettivo. 
Buttata fuori in Coppa Italia dalla Fiorentina, con un pesante passivo, la Lupa arriva da due pareggi in campionato che hanno permesso alla Lazio di agganciarla al sesto posto: Di Francesco deve pertanto fare bottino pieno al Bentegodi, per cercare di consolidare la propria posizione e garantirsi la qualificazione alle prossime coppe europee. 

I PRECEDENTI - Nelle precedenti 17 occasioni in cui i due club si sono sfidati al Bentegodi, solamente una volta i padroni di casa sono riusciti a conquistare la vittoria. Sei invece i successi giallorossi, mentre 9 volte la sfida si è conclusa in parità. 

QUI CHIEVO VERONA - «Pellissier? E’ un dispiacere non avere il capitano in campo, però tutti i giorni ha dato la carica alla squadra. I nuovi arrivati? Se avessimo 22-23 punti sarebbe diverso, ma con la classifica che abbiamo io devo guardare chi sta bene e capire chi potrebbe essere il migliore. Schelotto potrebbe giocare dall’inizio, gli altri potrebbero subentrare. Il Chievo è una squadra che combatte e che provoca emozioni, una squadra che c’è, che è presente. Il Chievo deve puntare davanti a sé e all’impresa. Sono convinto che ci salveremo perché nell’ultimo periodo abbiamo fatto sempre grandi prestazioni. I nostri tifosi che verranno allo stadio troveranno una squadra che non molla di un centimetro». 
Queste, in sintesi, le dichiarazioni di Domenico Di Carlo alla vigilia del match. Privo di Tanasijevic, Seculin, Andreolli, Tomovic e Capitan Pellissier infortunati, l'allenatore potrebbe schierare la coppia d'attacco Stepinski-Djordjevic, con Meggiorini pronto a subentrare e Giaccherini dietro le due punte. A centrocampo dovrebbe partire dal primo minuto Diousse, con Hetemaj e Kiyine, mentre Piazon siederà in panchina. In difesa Di Carlo potrebbe decidere di risparmiare il diffidato Depaoli in vista dello scontro con l'Udinese, schierando dal primo minuto Schelotto con Bani, Rossettini e Barba. 

QUI ROMA - «Ci sono dei calciatori che non saranno convocati per il riacutizzarsi di alcuni problemi. Olsen non sarà convocato per un problema al polpaccio e Manolas per via un problema al pube. Resteranno entrambi a casa, sperando che ci siano martedì. Da valutare c’è De Rossi, che è rientrato per 90 minuti e si è anche allenato bene ma non è ancora nelle condizioni ottimali per sostenere più impegni ravvicinati ma sono contento della sua condizione. Abbiamo recuperato Juan Jesus che ha accorciato i tempi di recupero, sarà convocato. Abbiamo avuti tutti sensazioni positive anche se era fuori da quasi un mese. La fascia destra Karsdorp-Schick? Può essere riproposta in questa e anche in altre partite. Abbiamo giocato più di 20 partite con il 4-2-3-1, alcune anche ottime. Quella che ci è mancata è la continuità. Al di là del sistema di gioco contano più gli atteggiamenti. A me piace il 4-3-3 come sapete, per quello che può portare. Potremmo riproporre questo sistema di gioco con il Chievo, così come il 4-2-3-1. Zaniolo giocherà. Dzeko e Schick? Potrebbero essere riproposti, così come la catena Karsdorp-Schick».
Di Francesco in conferenza stampa, svela dunque parte della formazione. Privo di Perotti, Under, Olsen, Manolas e Bianda infortunati, oltre allo squalificato Pellegrini, l'allenatore giallorosso dovrebbe schierare Marcano vicino a Fazio, Con Kolarov e Karsdorp sulle fasce. Lo schema dovrebbe essere ancora il 4-2-3-1, con Nzonzi e Cristante centrali, mentre Schick, Zaniolo ed El Shaarawy dovrebbero essere le tre mezze punte dietro a Dzeko, con Kluivert e Florenzi seduti in panchina. 

ARBITRO - Rosario Abisso di Palermo. 

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • I 7 segreti per un'abbronzatura perfetta anche dopo le vacanze

  • Abito sottoveste: il capo must have che non passa mai di moda

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Una meteora solca i cieli di Verona: il video girato a Borgo Trento

  • Jeremy Wade pronto a svelare il mistero di "Bennie", il mostro del lago di Garda

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

  • La donna non cede al ricatto e lui pubblica sui social le sue immagini "hot"

  • Crisi (congelata) di governo, Tosi: «Salvini è una trottola impazzita, fa solo propaganda»

Torna su
VeronaSera è in caricamento