Chievo Verona - Frosinone 1-0 | Prodezza di "Giak" e prima vittoria: corsa salvezza riaperta

Allo stadio "Bentegodi" il Chievo Verona, grazie al capolavoro di Giaccherini, strappa la prima vittoria stagionale contro il Frosinone proprio nell'ultima giornata di Serie a del 2018

Emanuele Giaccherini calcia la punizone che è valsa il vantaggio nella sfida Chievo Verona - Frosinone - Foto Ansa EMANUELE PENNACCHIO

Si è fatta aspettare a lungo, fino alla fine dell'anno, ma oggi è arrivata la prima, decisiva, vittoria in campionato per il Chievo Verona guidato da mister Di Carlo. Un successo che vale doppio, perché ottenuto contro una diretta concorrente come l'agguerrito Frosinone, ma importante anche sotto il profilo del morale, perché costituisce l'ennesima riconferma dell'ottimo lavoro svolto dalla squadra a partire dal secondo cambio d'allenatore.

La cronaca e il tabellino del match

A inizio gara gli ospiti si sono subito dimostrati una formazione ostica, con grande grinta e spirito battagliero. Nei primi dieci minuti il Chievo ha senz'altro sofferto la pressione alta del Frosinone, ma è riuscito a non sbandare e riacciuffare ben presto le redini del match. La prima vera occasione è arrivata infatti per Djordjevic al 12°, con l'attaccante clivense pescato magistralmente da un gran lancio di Radovanovic in mezzo all'area avversaria e conclusione sbilenca al volo che è però finita fuori di molto. La risposta degli ospiti è arrivata al 25° con un tiro sbagliato dalla lunga distanza di Beghetto che si è però trasformato in un insidioso cross. Per un soffio Chibsah ha mancato l'appuntamento con la sfera di testa, evitando così parecchi grattacapi a Sorrentino.

Circa un minuto dopo, sul ribaltamento di fronte, il Chievo è riuscito a trovare la via del goal: corner dalla destra di Birsa e inzuccata vincente in anticipo da parte del solito intramontabile Pellissier. Grande festa in campo e sugli spalti, ma la gioia per il vantaggio è durata solo qualche minuto, perché prima della ripresa del gioco è arrivata la doccia fredda del Var. Sull'inzuccata di Pellissier, Radovanovic si trovava in posizione di fuorigioco dinanzi al portiere dei ciociari, ostacolandone peraltro l'uscita. La palla sarebbe con ogni probabilità finita in ogni caso in rete, ma giusta da regolamento la decisione di annullare il goal. Prima della fine del tempo, da segnalare l'infortunio dell'ottimo Barba e la sostituzione forzata con Tomovic operata da mister Di Carlo.

A quattro minuti dall'avvio della seconda frazione, un'altra ottima occasione è capitata sui piedi di Djordjevic: cross radente dalla fascia destra di Depaoli e conclusione in girata al volo dell'attaccante clivense, con la palla bloccata però dal portiere avversario. La più grossa opportunità per il Frosinone è invece giunta al 54°, grazie ad un colpo di testa ravvicinato di Chibsah sul quale Sorrentino ha compiuto un vero e proprio miracolo. Tre minuti dopo è quindi arrivato il momento di svolta del match: Capuano, dopo aver commesso un fallo su Birsa a centrocampo con l'arbitro Rocchi che aveva applicato il vantaggio, è riuscito nell'impresa di compiere un nuovo fallo da cartellino giallo, questa volta per un intervento su Depaoli al limite dell'area. Due ammonizioni in un'unica azione di gioco e, dunque, inevitabile cartellino rosso estratto da Rocchi

Con la superiorità numerica in campo, il Chievo ha quindi preso coraggio, complice anche l'inserimento di Stepinski al posto di Djordjevic. Proprio l'attaccante polacco, è riuscito a conquistarsi un'ottima punizione intorno al 70° di gioco, venendo steso da Beghetto a pochi passi dall'area del Frosinone. Sulla palla si sono presentati il mancino e specialista Birsa, oltre a Giaccherini. Quest'ultimo, sguardo concentratissimo e piede caldo, ha pescato letteralmente il jolly, trovando una conclusione magistrale a giro con il pallone che si è infilato sotto l'incrocio. Rete capolavoro e vantaggio meritato del Chievo che ha poi potuto gestire in tranquillità la partita, grazie anche alla superiorità numerica in campo. 

Finalmente una vittoria, finalmente i tre punti che, sommati ai 5 conquistati in altrettante sfide terminate con un pareggio, hanno così proiettato i clivensi a quota 8 in classifica, a sole due lunghezze dallo stesso Frosinone. La corsa per la salvezza è stata dunque ufficialmente riaperta, in attesa della prossima sfida dopo il giro di boa del 2018, quando la squadra di Di Carlo il 21 gennaio dovrà affrontare allo Stadium la capolista Juventus.  

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Finalmente si ricomincia la salita per la salvezza, complimenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Rientrata l'allerta smog a Verona, da venerdì tornano in strada le Euro 4

  • Cronaca

    Incastrato dalle indagini, dopo aver rapinato due donne nella loro casa

  • Politica

    «Cari cittadini del Sud...». Letterina sull'autonomia del presidente Zaia

  • Attualità

    PaP: «Licenziamenti in vista alla Sime: a pagare sono sempre i lavoratori»

I più letti della settimana

  • Risponde ad annuncio per baby sitter, ragazza violentata. Coppia veronese in manette

  • Rapina al "Famila" di Cologna Veneta: arrestato dopo colluttazione con il personale

  • Grazie al "Magic Hotel", Gardaland Resort diventa il primo polo italiano negli hotel a tema

  • Donna trovata morta sulla riva del fiume al porto San Pancrazio

  • Stupra la baby sitter e viene arrestato: era stato minacciato con una katana a Trieste

  • Ancora allerta smog a Verona, prosegue il blocco anche delle Euro 4

Torna su
VeronaSera è in caricamento