Calzedonia Verona, contro Piacenza la vittoria arriva al tie-break

Coach Radostin Stoytchev: «Vincere è sempre importante, anche se speravo di chiuderla prima. Il quinto set è sempre questione di testa, concentrazione e sacrificio. Sono soddisfatto»

Il gruppo della Calzedonia Verona dopo la vittoria su Piacenza

Sudata, meritata, cercata e trovata dal gruppo. Così la Calzedonia Verona ha descritto la vittoria di ieri, 3 novembre, contro la Gas Sales Piacenza. Una successo al tie-break, che quindi vale due punti per i gialloblu; due punti conquistati in un match molto combattuto.

Nel primo set, la Calzedonia comincia meglio, con un vantaggio di tre punti, bilanciato dagli avversari sull'8-8. La Gas Sales sorpassa, i veronesi restano in scia ma sembrano abbattuti dopo un buon turno di battuta di Stankovic. Nel finale ci pensano Boyer e Asparuhov a risollevare Verona e a regalarle la prima gioia della partita con la vittoria del set per 25-22.
Equilibrato anche il secondo set, dove però la Calzedonia pare ne abbia di più. Con Asparuhov in battuta e Birarelli in prima linea arriva il primo piccolo strappo (10-8). Piacenza resta in partita ed anche sotto di quattro punti (17-13) non molla. Nel finale, infatti, la Gas Sales recupera e si torna in parità sul 24-24. La rimonta ha caricato la squadra ospite che con Krsmanovic e Stankovic vince per 25-27.
Terzo parziale simile al secondo, con Verona che deve gestire un piccolo vantaggio ma soprattutto deve gestire un avversario capace di fiammate improvvise ed impetuose. In questo set, però, Calzedonia resiste bene ai tentativi di rimonta piacentini e vince 25-23.
Nel quarto set, Piacenza è messa alle strette e gioca con la carica di chi rischia di non ottenere nulla dopo una grande fatica. Nelli e Kooy sono i primi a suonare la sveglia nel campo della Gas Sales e poi tutta la squadra segue a metà parziale, quando gli ospiti mettono a segno il break decisivo. La Calzedonia prova a rientrare in partita, affidandosi al muro, ma il set si chiude sul 18-25 con punti di Kooy e Berger.
Tie-break tesissimo che Verona prova a vincere con un mini-vantaggio di 9-7. Piacenza recupera e sorpassa. La Calzedonia pareggia sul 12-12 con Muagututia e poi allunga con Boyer fino al definitivo 15-13, deciso da un errore in attacco di Piacenza, confermato anche dal videocheck.

Vincere è sempre importante, anche se speravo di chiuderla prima - ha commentato l'allenatore della Calzedonia Verona Radostin Stoytchev - Abbiamo avuto la nostra possibilità nel secondo set, ma tanti meriti vanno a Piacenza, che ha battuto forte e ha difeso bene. Da lì la partita si è complicata, nel quarto set hanno iniziato bene in battuta e noi, per il nervosismo, abbiamo sbagliato qualcosa di troppo. Il quinto set è sempre questione di testa, concentrazione e sacrificio. Sono soddisfatto della vittoria.

CALZEDONIA VERONA - GAS SALES PIACENZA 3-2

CALZEDONIA VERONA: Kluth ne, Marretta 1, Birarelli 8, Asparuhov 14, Boyer 26, Franciskovic ne, Solé 15, Cester 0, Spirito 1, Muagututia 13, Zanotti ne, Donati (L) ne, Bonami (L), Chavers 0. All. Stoytchev.

GAS SALES PIACENZA: Copelli ne, Scanferla (L), Fei 0, Cavanna 2, Yudin ne, Stankovic 6, Kooy 20, Botto ne, Paris ne, Berger 16, Tondo 3, Fanuli (L), Nelli 20, Krsmanovic 11. All. Gardini.

ARBITRI: Gnani, Lot.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

Torna su
VeronaSera è in caricamento