Calzedonia, allenamento congiunto con Trento. «Segnale positivo»

Veronesi e trentini si sono affrontati in tre set. I gialloblu hanno vinto due set su tre e i parziali sono stati 27-25, 22-25 e 15-13

Foto di gruppo dopo l'allenamento congiunto tra la Calzedonia Verona e il Trentino Volley

In questa squadra ci sono ragazzi con grandi potenzialità. Siamo ancora nella fase iniziale e c'è molto da lavorare per arrivare alla forma ottimale. Contando che siamo solo alla terza settimana di lavoro, non mi aspettavo grandi cose, ma un segnale positivo da parte dei ragazzi. E questo segnale è arrivato, quindi molto bene. Continuiamo su questa strada.

L'allenatore della Calzedonia Verona Radostin Stoytchev ha commentato in questo modo l'allenamento congiunto che la sua squadra ha tenuto all'Agsm Forum con l'Itas Trentino Volley.
Un'allenamento durato più di due ore, in cui i due gruppi hanno potuto mettere in pratica i primi elementi di tecnica e tattica inseriti nelle prime settimane di preparazione alla prossima stagione. E i tecnici hanno potuto anche valutare la condizione fisica degli atleti.

Veronesi e trentini si sono affrontati in tre set, i primi due partendo dal punteggio di 5-5 fino a 25 e il terzo set come un classico tie-break. La Calzedonia ha vinto due set su tre e i parziali sono stati 27-25, 22-25 e 15-13. Ma punteggi e risultati, come sempre accade in questi frangenti, sono gli ultimi dettagli presi in considerazione dagli staff tecnici.

All'allenamento congiunto hanno partecipato anche alcuni nuovi acquisti della Calzedonia Verona, come l'americano Corey Chavers, recentemente presentato al Relais Osteria Garden Cà Toresele. «Questa per me è una grande opportunità per dimostrare il mio valore e per imparare quanto più possibile dagli altri compagni - ha dichiarato Chavers - Ho trovato un gruppo con tanti giovani, come Spirito e Asparuhov, ma anche d'esperienza, a partire dal capitano, Birarelli. Ho scelto Verona perché è una realtà in crescita ed una piazza importante. Il campionato italiano è il più bello nel mondo e so che non sarà facile, ma è una sfida che raccolgo con grande entusiasmo. Ai tifosi assicuro che lavorerò duramente per conquistarmi la loro fiducia e per dimostrare all'allenatore che merito di essere in campo».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 20 al 22 settembre 2019

  • Sfonda la recinzione stradale con un camion e vola per 7 metri dal ponte di viale delle Nazioni

  • Parcheggia l'auto e va in fiera a gustarsi un risotto. Al ritorno non trova più due portiere

Torna su
VeronaSera è in caricamento