Bologna - Chievo Verona 4-1 | Donadoni affossa Maran nel secondo tempo

Passati in vantaggio nel primo tempo con Castro, nella ripresa i veronesi subiscono il ritorno dei padroni di casa che prima pareggiano, poi passano in vantaggio ed infine dilagano nel finale approfittando degli spazi concessi

Il Chievo Verona crolla allo stadio Dall'Ara e viene battuto 4-1 dal Bologna, nella ventinovesima giornata di Serie A. 

Punito eccessivamente nel risultato, il club della diga si è dovuto arrendere ad un avversario che, soprattutto nel secondo tempo, ha meritato di aggiudicarsi l'intera posta in palio. L'undici di Maran non ha giocato una brutta partita, ma forse è mancato quel pizzico di agonismo e di rabbia che altre volte gli ha permesso di ottenere un risultato positivo. 
La partita è iniziata con la fase di studio di entrambe le formazioni, con ritmi non esaltanti che piano piano sono cresciuti e una piccola occasione per parte. Gli ospiti hanno provato fin da subito ad amministrare il gioco per cercare di colpire al momento opportuno, ma la prima, enorme, occasione da rete è capitata al quarto d'ora sui piedi di Dzemaili, che dal limite dell'area piccola è riuscito a calciare sopra la traversa un cross proveniente dalla sinistra. Il Chievo non si è lasciato intimorire ed ha ricominciato a macinare, portando prima Inglese vicino al gol due minuti dopo, ma l'attaccante non è riuscito a colpire bene il servizio di Castro, e poi con Radovanovic, il cui sinistro da fuori ha costretto Da Costa a stendersi per mettere la sfera in angolo. La lotta tra le due formazioni è proseguita in tutte le zone del campo, alla ricerca del giusto varco per colpire, con i veronesi apparsi sempre in grado di gestire al meglio la situazione e Radovanovic arrivato ancora al tiro: questa volta però più centrale e facile da bloccare per il portiere felsineo. Il Bologna dal canto suo ha iniziato ad aumentare i giri del motore verso la fine della prima frazione, ma dopo la ripartenza di Verdi conclusasi con un tiro alto sopra la traversa, Da Costa ha rischiato di servire il vantaggio ad Inglese con un'uscita avventata sulla quale ha messo una pezza Maietta. Lo stesso attaccante poi ha propiziato la rete di Castro, vincendo il rimpallo in area di rigore che ha messo il centrocampista davanti al portiere avversario, con Krafth e Pulgar che lo tenevano in gioco. 

Andati negli spogliatoi sotto di una rete, i padroni di casa sono rientrati in campo con una maggiore convizione, giocando più in velocità e aumentando l'aggressività sul portatore di palla. Capita la situazione, il Chievo ha serrato i ranghi rischiando però di essere colpito per due volte da Destro, che non è riuscito ad inquadrare la porta. I veronesi non hanno comunque rinunciato ad affacciarsi nella metà campo rossoblu, senza però riuscire a bucare la difesa di Donadoni, che lo stesso allenatore aveva sistemato nell'intervallo. Così dopo un'altra buona azione chiusa però non nel migliore dei modi, il Bologna ha trovato il pareggio con Verdi, che di sinistro non ha lasciato scampo a Sorrentino. Maran allora ha provato ad aggiustare a sua volta la formazione, nel tentativo di bloccare gli avversari, ma poco più di dieci minuti dopo dal pareggio ecco che Dzemaili firma la rimonta con un colpo di testa su uno splendido traversone di Di Francesco. Sulle ali dell'entusiasmo, i felsinei hanno subito cercato la rete per chiudere il match, venendo però stoppati dalla reazione dei veronesi, che si sono spinti in avanti per evitare la sconfitta. Di vere e proprie occasioni però neanche l'ombra, così i padroni di casa al novantesimo hanno potuto chiudere il match con il più classico dei contropiedi che ha portato alla doppietta del centrocampista svizzero, prima del poker servito da Di Francesco. 

Passivo alla fine troppo pesante per la squadra di Maran, sconfitta da una formazione che ha dimostrato di avere più fame di punti e più voglia di portare a casa il risultato. Il Chievo in ogni caso non ha giocato una brutta gara, soprattutto nel primo tempo, lottando e cercando fino all'ultimo di pareggiare. Il tecnico ora avrà la pausa a disposizione per ricaricare mentalmente i suoi, in vista della partita del 2 aprile contro il Crotone. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Ragazzo di 17 anni arrestato per spaccio di hashish: ne aveva 840 grammi

    • Cronaca

      Pendolari delle rapine in banca in manette: hanno colpito anche a Verona

    • Cronaca

      Vigili del fuoco, arrivano i rinforzi. L'organico aumenterà presto di 28 unità

    • Cronaca

      Autista preso a pugni senza motivo: portato in ospedale, è stato operato

    I più letti della settimana

    • Chievo Verona - Roma 3-5 | Calcio show al Bentegodi e pokerissimo giallorosso

    • Alé la Merckx cambia percorso e lancia la sfida ai ciclisti con un arrivo in salita

    • Meggiorini e il ricordo dell'amico Hayden: "Ciao Nicky mi mancherai tanto!"

    • Chievo, bene nonostante la sconfitta con la Roma. Maran: "Complimenti"

    • Hellas, idea Cassano. Il ds Fusco: "Ancora presto parlare di acquisti"

    • Ravenna vince anche gara 3: i playoff della Tezenis finiscono all'Agsm Forum

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento