Avellino - Hellas Verona Le probabili formazioni | Pecchia senza Pazzini e Ganz

Curiosità statistica: L'Hellas in serie B ha vinto due volte ad Avellino e al termine di quelle due annate ha sempre festeggiato la promozione

Salernitana, Benevento e adesso Avellino. Terzo impegno campano consecutivo per l'Hellas Verona che affronterà i lupi irpini domani, 11 febbraio, alle 15 allo stadio "Partenio-Lombardi". Proprio a questo stadio è legata una curiosità statistica, una di quelle che fanno uscire di testa gli scaramantici. Ad Avellino, gli scaligeri hanno vinto due volte nei passati campionati di Serie B, una nella stagione 74/75 e l'altra nella stagione 95/96. Due stagioni al termine delle quali l'Hellas ha guadagnato la promozione in Serie A. E giusto per rendere la numerologia ancora più attuale, dal '75 al '96 passarono 21 anni e 1996 + 21 = 2017.

Insomma, i conti tornano. Ma non sono questi i conti che dovrà far tornare il tecnico gialloblu Fabio Pecchia, che non potrà schierare il capocannoniere del campionato Pazzini, squalificato per una giornata, ma tra i convocati non figurano neanche Ganz e Fares in attacco, Cherubin e Albertazzi in difesa e Valoti a centrocampo.

Di fronte ci sarà un Avellino che ha cambiato molto, in primis l'allenatore, rispetto alla gara del girone d'andata vinta dai gialloblu. Nella panchina campana non siede più Domenico Toscano ma Walter Novellino che non perde da ben 5 partite. Un Novellino che si trova più o meno nella stessa situazione difficile di Pecchia, costretto cioè a ricavare una formazione da una rosa con qualche giocatore indisponibile di troppo. Gonzales è fuori, come anche Asmah, Gavazzi e Migliorini. Castaldo invece è recuperato ma dovrebbe partire dalla panchina.

I due allenatori hanno parlato di una partita stimolante. Da una parte Pecchia ha individuato nella forza fisica una caratteristica importante negli avversari, che comunque hanno messo in fila una bella striscia di risultati positivi. L'Hellas dovrà quindi avere la meglio anche sull'entusiasmo e sulla fiducia che in questo momento spingono l'Avellino. Non lo vuole ascoltare Novellino che nel presentare l'incontro si affida ai numeri: "Loro hanno 20 punti in più di noi in classifica e sono costruiti per vincere il campionato - ha detto - Il loro valore è superiore alla media, ma noi dobbiamo fare una buona partita a livello mentale, affidandoci alle nostre giocate che sono comunque importanti".

Arbitra Marco Serra di Torino. Ecco i 22 che probabilmente scenderanno in campo domani:

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento