Tezenis Verona: testa a testa con Udine per mezz'ora, poi la vittoria

In terra friulana, risultato in bilico per 34 minuti. Nel finale Rosselli e Poletti firmano il parziale decisivo in uno dei campi più difficili di tutto il campionato

Un'azione della partita tra Verona e Udine (Fermo immagine video Facebook)

Seconda giornata del campionato di serie A2 di basket e seconda vittoria per la Tezenis Verona. Dopo Caserta, anche la Apu Old Wild West Udine è caduta sotto i colpi dei gialloblu, rimasti in partita nei primi 30 minuti ed incisivi nell'ultimo quarto, chiuso con un parziale di 17-31.

Candussi, Udom e Hasbrouck firmano l'iniziale 0-7, fermato da una tripla dell'ex capitato della Tezenis Amato. La Apu recupera e passa per la prima volta in vantaggio sul 11-10, ma è un vantaggio che non dura. Udom e Candussi fanno ancora la differenza tra i gialloblu e l'ultimo canestro del primo quarto porta la firma di Severini per il 23-25.
Il secondo quarto è quello con meno punti realizzati di tutta la partita. Udine pareggia subito ma le imprecisioni difensive permettono alla Tezenis di tornare sul +6 (27-33). I locali ricuciono e a metà partita sono sotto solo di tre punti, 35-38.
Ancora un canestro di Udine ad aprire il terzo quarto, ma Verona ha la capacità di rispondere colpo su colpo e quando Fabi riporta i suoi in vantaggio (42-41) Severini risponde con una tripla. Love apre e chiude un nuovo break in favore dei gialloblu, portando il tabellone luminoso a mostrare il punteggio di 51-57. La Apu non molla e recupera negli ultimi due minuti e mezzo. Il terzo quarto si chiude in parità, 64-64.
Nei primi due minuti dell'ultimo quarto segnano solo Love e Antonutti, poi vanno a referto anche i loro compagni di squadra e al minuto 34 il match è ancora in bilico, con Cromer che tiene in gara ancora i friulani (73-75). Udine però si blocca e Poletti e Rosselli portano Verona sul +13 (73-86). Alla festa poi si aggiunge anche Love che segna il canestro del 73-88. Mancano due minuti al termine della partita e Cromer e Beverly provano a riaprirla, ma ci pensa Severini a far partire i titoli di coda a match ancora in corso. La sirena finale fissa il punteggio sull'81-95 e Verona trova la prima vittoria esterna del campionato in uno dei campi più difficili del torneo.

Apu Old Wild West Udine - Tezenis Verona 81-95

Apu Old Wild West Udine: Michele Antonutti 21 (4/7, 3/3), Gerald Beverly 15 (5/7, 1/2), T.J. Cromer 11 (1/3, 1/2), Andrea Amato 11 (4/9, 1/5), Agustin Fabi 10 (2/6, 2/3), Vittorio Nobile 7 (1/2, 1/2), Riccardo Cortese 5 (1/3, 1/1), Giacomo Zilli 1 (0/1, 0/0), Lorenzo Penna 0 (0/1, 0/0), Daniel Ohenhen Osasenaga 0 (0/0, 0/0), Mihajlo Jerkovic 0 (0/0, 0/0), Enrico Micalich 0 (0/0, 0/0).

Tezenis Verona: Jermaine Love 19 (4/8, 3/4), Francesco Candussi 17 (8/8, 0/1), Giovanni Severini 13 (0/0, 4/4), Mattia Udom 11 (4/6, 0/1), Guido Rosselli 11 (3/3, 1/1), Kenny Hasbrouck 10 (1/5, 2/9), Mitchell Poletti 10 (4/5, 0/3), Roberto Prandin 4 (0/1, 1/1), Alessandro Morgillo 0 (0/0, 0/0), Davide Guglielmi 0 (0/0, 0/0), Giovanni Tomassini 0 (0/0, 0/0).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Rapina finita nel sangue: chiude il centro del paese per ricostruire l'omicidio

  • McDonald’s: apre il ristorante di Bussolengo

Torna su
VeronaSera è in caricamento