Sergio Pellissier e il tributo del Meazza: «Che emozione, davvero non me l'aspettavo»

«Sono le cose belle del calcio, - ha detto Pellissier - e me le porterò dentro finché avrò memoria». E a chi gli chiede del suo futuro il capitano del Chievo svela cose importanti

Sergio Pellissier risponde agli applausi del Meazza al suo ingresso in campo in Inter - Chievo Verona - foto frame video SkySport

È il 79° di gioco quando un intero stadio, e che stadio, si alza in piedi per applaudire uno dei calciatori più longevi della storia, quel Sergio Pellissier che qualche giorno fa ha annunciato il suo prossimo ritiro dai campi di gioco. 

Nel dopogara di Inter - Chievo Verona, c'è stato spazio soprattutto per celebrare degnamente la carriera di un grande campione: «È stato davvero emozionante, non me l'aspettavo. - ha dichiarato ai microfoni di SkySport Sergio Pellissier nel post partita - Sono le cose belle del calcio e me le porterò dentro finché avrò memoria. Posso solo dire grazie. La mia resta una decisione definitiva, perché arrivati a un certo punto bisogna anche saper dire basta».

Interrogato sui motivi, a suo dire, del lungo applauso che l'intero stadio gli ha voluto tributare al suo ingresso in campo, Pellissier ha provato a spiegare così le cose: «Anzitutto lo si dovrebbe chiedere ai tifosi, ma penso che forse abbiano capito che nella mia carriera ho dato tutto al mondo del calcio. Uscire da questo stadio dopo una gara con l'Inter tra gli applausi è una cosa davvero emozionante, una delle più grandi emozioni in 22 anni che faccio questo lavoro».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E a chi gli chiede se dinanzi a lui si prospetti forse una carriera da allenatore, magari proprio sulla panchina del Chievo, Pellissier glissa senza lasciare molti margini: «Non penso di essere portato ad allenare, mi baso sull'istinto, amo vedere giocare a calcio, ma dire cosa devono fare i vari giocatori non è cosa che faccia per me. Non penso proprio finirò a fare l'allenatore».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • Cardiologia di Verona verso il futuro: impiantato il primo pacemaker invisibile

  • 'Ndrangheta a Verona, blitz della polizia: 23 arresti e 3 obblighi di firma

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

  • Esce di strada da solo, inutili i soccorsi: morto motociclista dopo l'incidente

  • Covid-19: un tampone positivo e un decesso nel Veronese, ma i dati restano positivi

Torna su
VeronaSera è in caricamento