Passo avanti Amia: vetro bianco diviso dal colorato

In centro storico arriveranno 200 cassonetti dedicati. Venturi: "La differenziata crescer ancora"

Passo avanti Amia: vetro bianco diviso dal colorato
Rispetto alle altre città d’Italia, Verona è sempre un passo avanti per quanto riguarda riciclaggio e raccolta differenziata. A testimoniarlo anche l’ultima sperimentazione che Amia, Assovetro e Coreve (Consorzio Recupero Vetro) hanno portato nel centro storico. Si tratta dell’introduzione della raccolta differenziata per il vetro bianco e colorato.

Questo processo, che vede Verona come prima città in Italia ad introdurlo, permette di abbattere ulteriormente i costi di riciclaggio del vetro, consentendo di ricreare nuovo vetro bianco, a differenza di prima che, unendo il bianco con il colorato, consentiva di produrre solo vetro colorato. Nel centro storico verranno inseriti circa 200 nuovi cassonetti di colore bianco con un particolare sistema di chiusura e con un foro, nella parte superiore, per favorire l’inserimento delle bottiglie. “Questi particolare bidoni – ha detto il presidente di Amia Stefano Legramandi - permettono una differenziazione più precisa e pulita del vetro, a seconda del colore, e rendono più visibile la raccolta, oltre a garantire una migliore qualità del prodotto ed una maggiore quantità”.
 
Alla presentazione dei nuovi bidoni e anche il vice presidente della Provincia di Verona, ed assessore provinciale all’Ambiente, Fabio Venturi: “Questo è un passo fondamentale per accrescere ancora la differenziazione ed il recupero dei rifiuti a Verona e nell’intera provincia. Tra pochi giorni, tra l’altro, Amia presenterà i dati di riciclaggio veronesi, che superano il 50 per cento. Questo si deve grazie all’impegno dei cittadini che hanno compreso il principio di civiltà e cultura che Amia, ma anche le altre aziende del settore, ha cercato di diffondere in questi ultimi anni”.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento