Tagli alle Provincie, anche a Verona parte il consiglio

Contro il decurtamento dell'ente, anche gli scaligeri scendono in campo

Tagli alle Provincie, anche a Verona parte il consiglio
È iniziata stamane in 107 Consigli Provinciali la giornata di mobilitazione per dire il proprio netto 'no' ad una Italia senza province. Nel capoluogo scaligero la seduta è convocata per il primo nella Loggia di Frà Giocondo. "Senza province ci saranno meno garanzie, meno opportunità, meno identità e meno vicinanza", sostengono i promotori della giornata odierna. I quali ricordano che le Province si occupano di circa 125 mila chilometri di strade nazionali, ogni anno investono oltre 1 miliardo e 500 milioni di euro per mantenere le strade sicure, soprattutto nei tratti di montagna, lontano dai grandi centri abitati.

Grazie ai 2 miliardi e mezzo che le Province destinano alle scuole, ogni giorno 2 milioni e 500 mila ragazzi possono studiare nei 5000 edifici scolastici aperti su tutto il territorio, nelle piccole comunità come nelle grandi città. A garantire questi servizi sono i 56.000 dipendenti provinciali. Le Province inoltre ogni giorno accompagnano oltre 2 milioni 400 mila cittadini alla ricerca di un posto di lavoro, attraverso i 553 Centri per l'impiego sparsi su tutto il territorio. Oltre 800 milioni l'anno sono destinati a sostenere le associazioni del volontariato e del sociale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento