Legnago, via al progetto di bonifica da 10 milioni

Consorzio e Camera di Commercio assieme per piantumare 500 ettari sfruttando fondi regionali

Legnago, via al progetto di bonifica da 10 milioni
Parte il progetto Ala che mira a piantumare con essenze di pregio almeno 500 ettari di Bassa Veronese. Oltre 10 milioni di contributi comunitari, 80mila metri cubi di legname di pregio per i mobilieri della Bassa, una consistente riduzione delle emissioni di Co2 in zona ed un notevole aumento della biodiversità. Con queste basi il Consorzio di bonifica veronese e la Camera di Commercio presentano il "Multiprogetto Arboricoltura da Legno e Ambiente": un progetto volto a promuovere piantagioni di essenze di pregio, destinate al mobile d'arte veroense, in un'area a coltivazione intensiva. Ovvero coltivare noci ed altre essenze di pregio per poi rifornire l'artigianato locale, sfruttando oltre 10 milioni di contributi regionali potenzialmente impiegabili per la ri-piantumazione.

Le aziende agricole interessate dal progetto sono almeno cinquemila, quelle incluse nei ventimila ettari di pianura delle Valligrandi. Il progetto sarà presentato all'agriturismo Tre Rondini di Legnogo, dove si trova una piantagione pilota di essenze pregiate, alla presenza del Presidente del Consorzio Veronese di Bonifica, Antonio Tomezzoli, di un rappresentante della Camera di Commercio di Verona, del presidente della Sezione Legnoarredo di Confartigianato e del proprietario dell'agriturismo, Antonio Menghini. Obiettivo del progetto è arrivare a “quota 500”, cioè almeno 500 ettari di piantagioni a pieno campo o lineari lungo i canali e i corsi d’acqua del territorio della bassa pianura veronese.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento