mercoledì, 23 luglio 22℃

Buttapietra diventa il fulcro dell'educazione agraria

Ieri la commissione di distretto ha definito l'offerta formativa scolastica scaligera 2012-2013

La Redazione 29 settembre 2011
L'assessore all'Istruzione Marco Luciani ha concluso ieri pomeriggio i lavori delle commissioni di distretto, convocate per discutere e decidere in merito all'offerta formativa dalle scuole del territorio veronese per il prossimo anno scolastico, 2012-2013. Le proposte delle commissioni, dopo la delibera della Giunta provinciale, passeranno alla Regione, che dovrà pronunciarsi in merito entro la fine di novembre. Alle riunioni delle commissioni, convocate e coordinate dalla Provincia, hanno preso parte l’ufficio scolastico di Verona, i sindaci dei distretti interessati e, con funzione consultiva, i dirigenti scolastici e una rappresentanza delle categorie economiche e delle parti sociali.

La principale novità riguarda l'istruzione agraria. Dal prossimo anno scolastico la sede di Buttapietra (Bovolino) dell'istituto Stefani-Bentegodi diventerà il cuore provinciale dell'istruzione tecnica. Sarà infatti l'unica scuole veronese ad attivare tutte e tre le specializzazioni disponibili per l'istruzione tecnica superiore agraria: produzioni e trasformazioni, gestione ambiente e territorio, viticoltura ed enologia. Quest'ultima è una novità assoluta per il territorio veronese.

Per rispondere alle crescenti esigenze del territorio è stata inoltre approvata la proposta di attivazione per lo Stefani-Bentegodi, sede di San Floriano, di una classe del Tecnico (in aggiunta al già esistente Professionale) per la sola specializzazione di viticoltura ed enologia e destinato esclusivamente agli studenti della Valpolicella. Questa specializzazione era fortemente richiesta dalle aziende vinicole e dagli amministratori locali. Resta infine confermata la specializzazione di produzioni e trasformazioni allo Stefani-Bentegodi di Caldiero.

Verona Capoluogo. Le due novità riguardano i completamenti dei percorsi di studio del liceo Fracastoro e dell'istituto Pasoli. Per il Fracastoro, la commissione ha richiesto, in aggiunta ai già presenti licei Linguistico, scientifico e scienze applicate, l'opzione economico-sociale del liceo delle scienze umane, che permette lo studio di una seconda lingua straniera e specifiche competenze di base per gli studenti che sceglieranno le facoltà di tipo umanistico, sociale, giuridico ed economico. Per quanto riguarda, invece, l'istituto tecnico economico (ex Ragioneria) Pasoli di Borgo Venezia l'assegnazione della specializzazione pelazioni internazionali per il marketing servirà a formare professionalità richieste dal tessuto produttivo locale in particolare per quanto riguarda la conoscenza delle lingue e delle relazioni internazionali.

Villafranchese. Tre le novità: il liceo artistico, audiovisivo e multimediale per l'Anti; il tecnico del turismo per il Bolisani di Isola della Scala e il professionale per i servizi socio-sanitari per lo Stefani di Isola della Scala. La commissione ha infatti approvato la richiesta dell'indirizzo audiovisivo e multimediale, da affiancare al già esistente per la grafica;  inoltre, sempre l'Anti potrà attivare le specializzazioni di automazione e telecomunicazioni a completamento dei corsi già avviati. Infine, nel corso della commissione è emersa la necessità di un ulteriore approfondimento sulla corretta collocazione, nei due istituti tecnici villafranchesi (Anti e Bolisani) di un nuovo indirizzo turistico.

Annuncio promozionale

agraria
buttapietra
istruzione
scuola

Commenti