Ville venete in provincia di Verona: Villa Balladoro a Povegliano

Di origine settecentesca, attualmente ospita un museo archeologico, l'archivio storico Balladoro e la biblioteca comunale

Il parco alle spalle della villa

Di origine settecentesca, Villa Balladoro fa parte di un complesso a forma di ferro di cavallo. L'ingresso, rivolto verso l'omonima strada, è anticipato da un giardino rettangolare con il simbolo della famiglia, al centro di una corte chiusa dal palazzo stesso della villa, dalle barchesse e da dei rustici di altezza inferiore rispetto al palazzo centrale. Alle spalle della villa si estende il parco.

A dividere la villa dalle barchesse, due finte torri costruite successivamente, in pieno romanticismo. Di poco antecedenti sono invece le sculture in marmo esterne alla villa, opera di Francesco Filippini. Originali invece gli affreschi interni alla villa che raffigurano scene di vita campestre.

Villa Balladoro si sviluppa su tre piani e l'ordine delle finestre viene ripreso anche dalle barchesse, rendendo il complesso estremamente simmetrico.

Attualmente, Villa Balladoro continuene un museo archeologico, l'archivio storico Balladoro e la biblioteca comunale di Povegliano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ballata macabra di Joker

Torna su
VeronaSera è in caricamento