Le bellezze del territorio veronese: Villa Torri Giuliari di Albarè a Costermano

La sua struttura è composta dalla residenza padronale, un cortile, la barchessa, la chiesa di famiglia intitolata alla Santa Croce, alcuni rustici, una torre colombaia e un bellissimo giardino all'italiana

(fonte foto: Google + Roberto Paoli)

Rimaneggiata nel '700 e poi ancora il secolo successivo, il primo nucleo di questa residenza nobiliare è datato 1407. Apparteneva alla famiglia più importante di Albarè, i Torri, poi imparentati con i Giuliari dal 1807, data del matrimonio tra Giulia Torri e Girolamo Giuliari. L'ultima erede della famiglia, Elena Giuliari, morì nel 1967, lasciando tutta l'eredità ai Salesiani che ancora oggi gestiscono questo luogo, non più come sontuosa casa per nobili ricchi ma come centro di accoglienza e spiritualità.

Merita di essere vista, Villa Torri Giuliari. La sua struttura è composta dalla residenza padronale, un cortile, la barchessa che fungeva da scuderia, la chiesa di famiglia intitolata alla Santa Croce, alcuni rustici e una torre colombaia. Il corpo principale ha un ingresso in marmo coperto da un lungo poggiolo sopra il quale è stato posizionato lo stemma dei Giuliari, una stella con un leone rampante.

Meraviglioso è poi il giardino all'italiana che si estende alle spalle del palazzo. Oltre alle bellezze naturali, anche la vista sul Garda e sul Baldo è stupenda.

Notevole è anche la chiesetta e le opere che in essa sono custodite, come le statue di San Carlo Borromeo e di Pietro di Alcantara risalenti al 1722, ma anche pale d'altare e quattro affreschi di Giovanni Tedeschi.

Potrebbe interessarti

  • Miss Terme di Colà del Garda, ecco chi sono le prime tre splendide finaliste del 2019

I più letti della settimana

  • Il bagnino di Baywatch su una "supercar" fermato in autostrada, poi la foto con gli agenti

  • Miss Terme di Colà del Garda, ecco chi sono le prime tre splendide finaliste del 2019

Torna su
VeronaSera è in caricamento