Artisti della storia di Verona: Ugo Zannoni, il creatore della statua di Dante

Non aveva neanche 30 anni quando vinse il concorso per creare la statua del sommo poeta inaugurata nel 1865, quando ancora Verona era sotto la dominazione austriaca

"Anima retta, cittadino munifico, cristiano convinto. Col Dante di nostra piazza iniziò affermando il suo genio, l’ascesa della sua fama d’artista". Questo si legge nell'epigrafe aggiunta alla tomba di famiglia, quando anche lui morì nel 1919. Anche con queste parole, viene ricordato Ugo Zannoni, artista veronese nato nel 1836.

Zannoni è stato pittore e scultore ed è noto soprattutto (come s'intende anche dall'epigrafe) per la statua di Dante eretta in piazza dei Signori, o piazza Dante. Una statua che probabilmente rappresenta nel modo più fedele non solo l'immagine del sommo poeta com'era, ma anche del sommo poeta come tutti se lo immaginano: con questa sua figura austera e lo sguardo pensoso. È stata proprio questa statua ad aprire le porte del successo ad Ugo Zannoni che nel 1863 non aveva neanche 30 anni, ma riuscì con il suo modellino a vincere il concorso indetto per celebrare il sesto centenario della nascita di Dante Alighieri. Zannoni vinse e nel 1865 la statua fu issata nella piazza. L'anno successivo terminò la dominazione austriaca a Verona, ma già con la statua del padre della lingua italiana eretta in piazza era stato dato un messaggio chiaro agli austriaci.

Studente delle accademie di Venezia e Milano, è proprio nel capoluogo lombardo che lo scultore s'impegnò molto, lavorando tra l'altro al cantiere del duomo. Ma non si può certo dire che Zannoni non sia stato generoso con la sua città. A parte l'eredità delle sue opere lasciate al Comune di Verona, tante sono le sculture che lui realizzò nella sua città natale. In piazza Santi Apostoli è stato Zannoni a realizzare la statua di Aleardi e nel duomo di Verona è presente la statua di Zannoni del cardinale Canossa, oltre ad altre opere che si possono osservare nel cimitero monumentale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento