Diavoli e streghe della provincia di Verona: la mesa striossa di Castel d'Assan

Non in tutte le storie le strie sono brutte e vecchie. Possono essere anche giovani e belle, ma con loro è sempre meglio non scherzare

(foto di repertorio)

Le streghe del veronese sono note anche come strie e generalmente non hanno una bella presenza. Vecchie, brutte, cattive, meglio non aver niente a che fare con loro. In alcune storie tradizionali però, le strie sono giovani e belle, così belle da mettere paura ai giovanotti. Una di queste abitava a Castel d'Azzano.

Un giorno dei ragazzi di Valgatara fecero una scommessa: chi fosse riuscito a passare una giornata con questa "mesa striossa di Castel d'Assan" sarebbe stato il vincitore. A raccogliere la sfida è stato un giovane, un certo Rizzi, che montò in bicicletta e da Valgatara raggiunse Castel d'Azzano. Trovata la ragazza, passò tutta la giornata con lei.

Giunto il tempo di tornare a casa, il ragazzo disse alla stria di essere stato con lei solo per scommessa. La ragazza s'infuriò e disse al Rizzi che gliel'avrebbe fatta pagare. Il giovane però era già montato in sella alla sua bici ed era sulla strada per Valgatara.

Ad un certo punto però, le ruote della bici del Rizzi si bloccarono, impedendogli di proseguire. Rizzi capovolse la bici per vedere se ci fosse qualche guasto. Le ruote però giravano perfettamente e quindi il giovane si rimise in sella e ripartì. Dopo qualche pedalata, le ruote della bici si bloccarono di nuovo. Rizzi girò ancora la bici, poggiandola sul sellino, ma non c'era nulla di rotto e le ruote giravano senza problemi. Ancora una volta, il giovane di Valgatara riprese a pedalare, ma dopo cinque o sei giri le ruote si bloccavano ancora.

Al giovane Rizzi toccò dunque percorrere la strada da Castel d'Azzano a Valgatara rovesciando la bici dopo qualche pedalata. Potranno essere anche giovani e belle, ma con le strie è sempre meglio non scherzare.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Giovedì apre Adigeo: a Verona Sud scatta il piano straordinario della viabilità

    • Cronaca

      Popolare di Vicenza, pensionata veronese vince la causa. Sarà risarcita

    • Cronaca

      Lavoratori sul tetto della Coca Cola di Nogara. Lo sciopero non si ferma

    • Cronaca

      Duplice omicidio di Albaredo. Andrei Filip è stato condannato all'ergastolo

    I più letti della settimana

    • Come lo dicono i veronesi: "El d'à fato pèso de Ninéta"

    • Tifo bianconero nella provincia di Verona: gli Juventus Club Doc

    • La provincia di Verona neroazzurra: gli Inter Club scaligeri

    • Musica e dintorni a Verona: Irene Venturi, quando il pop fa "Boom"

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento