Storie di ordinaria follia: selfie da "brivido" con pistola, ma parte un colpo accidentale...

Protagonista del pericoloso gesto un giovane ragazzo di soli 16 anni

ragazzi con lo smartphone - immagine d'archivio

Protagonista della vicenda è un ragazzino di 16 anni, rimasto ferito a San Antonio, in Texas. Si stava facendo alcuni selfie con lo smartphone impugnando una pistola calibro 9 mm, quando gli è partito un colpo e il telefono gli è esploso in faccia.

Alcuni pezzi di vetro e metallo gli si sono conficcati in faccia, in un occhio e nel cervello. Lo riporta il New York Post. La polizia sta indagando sulla dinamica di quanto avvenuto. Il 16enne è stato trasportato in ospedale e le sue condizioni sono stabili.

«L'obiettivo del gesto? Scattarsi un selfie da brivido, - evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello Sportello dei Diritti -  forse poi da condividere su internet per pavoneggiarsi con gli amici».

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento