Dolci tradizionali della città di Verona: le gustosissime "Fritole di riso"

Tra le tante specialità della cucina veronese, le "Fritole di riso" spiccano per la loro semplicità e bontà. Simili alle frittelle di mele, al loro interno pulsa però un delicato cuore di riso addolcito nel latte

Le cosiddette “Fritole di riso” sono un ottimo dolce tipico veronese, facile da preparare e ottimo da gustare. Si tratta di una specie particolare di frittelle, al cui interno invece della classica crema pasticcera o delle mele, troviamo un delicato cuore di riso addolcito dalla cottura nel latte. Le "fritole" veronesi nascono probabilmente già nel Trecento, in concomitanza con la festa del Carnevale. Tutti gli ingredienti di cui abbiamo bisogno per la preparazione di questa vera specialità, sono i seguenti: 500 ml di latte, 150 grammi di riso, 3 tuorli d’uovo, 2 chiare d’uovo, 2 cucchiai da cucina di farina tipo 00, 3 cucchiai da cucina di zucchero, 50 grammi di zucchero a velo, olio per friggere e la buccia grattugiata di un limone.

AI FORNELLI – Riponete l’intero quantitativo di latte richiesto all’interno di una pentola e, procedendo a fuoco basso, lasciare in cottura il riso finché quest’ultimo non avrà assorbito il liquido nella sua interezza. In base alle esigenze, è sempre possibile procedere all’aggiunta di un po’ di latte caldo in più, nel caso in cui il riso non raggiunga subito la cottura ideale. Dopo aver levato dal fornello la pentola con il riso cotto, è il momento di aggiungere la farina e di mescolare con accuratezza il tutto. A questo punto è necessario lasciare che l’impasto così ottenuto venga lasciato a riposo per non meno di 12 ore, dovendo la farina giungere a fermentazione. Trascorso questo lungo lasso di tempo, si potrà procedere aggiungendo al tutto i tre tuorli d’uovo, le due chiare montate a neve e la buccia grattugiata di limone. Mescolando nuovamente l’impasto, valutarne accuratamente la consistenza che non deve essere troppo molle, nel qual caso andrà aggiunta ancora un po’ di farina.

Ora è il momento di passare alla fase di cottura: prendete una pentola abbastanza grande, ma non eccessivamente, dentro cui scaldare l’olio per friggere. L’impasto precedentemente realizzato, potrà essere di volta in volta aggiunto nella padella aiutandosi con un cucchiaio. Le nostre “Fritole di riso” andranno poi estratte non appena avranno raggiunto la giusta doratura in superficie. Prima di servirle in tavola è opportuno asciugarle dall’olio in eccesso con l’ausilio di carta assorbente e spolverarle con lo zucchero a velo.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento