Brevi accenni sui pozzi della città di Verona: l'ex palazzo Serenelli

L'ex palazzo Serenelli si trova in via Diaz 2 ed è particolare perché presenta due pozzi, uno esterno e uno nel cortile interno

Il pozzo esterno dell'ex palazzo Serenelli

L'ex palazzo Serenelli si trova in via Diaz 2 ed è particolare perché presenta due pozzi, uno esterno e uno nel cortile interno.

Il pozzo esterno è datato 1586 e si può ben definire dunque rinascimentale, anche se sporge dal basamento del muro del palazzo, ricavato con parti di mura di epoca romana. In più, non è neanche un pozzo ma è un mezzo pozzo. La sua base è ottagonale, ma il muro dell'edificio non funge da asse di simmetria e quindi ai lati visibili all'esterno ne ne corrispondono altri all'interno. Il puteale è quindi un mezzo ottagono, ben lavorato e con uno stemma scolpito. Sopra al pozzo c'è una finta finestra, con un'inferriata che culmina su mascherone che sostiene la rotella su cui girava la corda del secchio che veniva usato per raccogliere l'acqua. Il suo stato di conservazione è tutto sommato buono, anche se durante la seconda guerra mondiale fu rovinato da una bomba.

Simile al pozzo esterno, quello interno al cortile dell'ex palazzo Serenelli è anch'esso parziale. Non è bianco ma è rosso perché costituito da marmo rosso e rispetto al pozzo esterno è molto più ricco di dettagli. 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento