Avvenimenti storici in provincia di Verona: la Pace di Paquara a San Giovanni Lupatoto

Con una grande rievocazione storica si ricorda un evento datato 1233. Nella primavera di quell'anno, infatti, si verifica un momento di tregua nel susseguirsi di saccheggi, emigrazioni, uccisioni e vendette delle lotte tra Guelfi e Ghibellini

(Fonte foto: Facebook - San Giovanni Lupatoto)

Nella presentazione della sua edizione del 2019, la rievocazione della Pace di Paquara a San Giovanni Lupatoto è stata definita «la più grande rievocazione storica medioevale d'Italia». 

Ad essere rievocato è un evento datato 1233. Nella primavera di quell'anno, infatti, si verifica un momento di tregua nel susseguirsi di saccheggi, emigrazioni, uccisioni e vendette delle lotte tra Guelfi e Ghibellini. Ed emerse per capacità oratorie e spessore politico il frate domenicano che realizzò il raduno della Paquara: Fra Giovanni da Schio.
Verso la fine di luglio 1233, Fra Giovanni tiene un comizio a Verona, infondendo al popolo l'entusiasmo per la pace. Da lì a poco, più precisamente domenica 28 agosto dello stesso anno, il frate organizza una festa della pace senza pari, un raduno di rappresentanti di tutta l'Italia del Nord nel nome della generale fratellanza: raduno che egli convocò nella pianura di Paquara, sulla sponda dell'Adige a San Giovanni Lupatoto.
Partecipò una schiera di principi della Chiesa con grande seguito: il patriarca di Aquileja Bertoldo, i vescovi di Verona, Brescia, Mantova, Bologna, Modena, Reggio, Treviso, Vicenza e Padova, molti uomini di chiesa importanti come l'arcidiacono Tancredi di Bologna e padre Giordano Forzatè da Padova, un esercito di chierici secolari e regolari della città e della campagna.
Frate Giovanni fece erigere un pulpito fatto di un'impalcatura di legname e predicò sulle parole del testo "pacem meam do vobis, pacem meam relinquo vobis".

A ricordo di un avvenimento di grande valenza storica come la Pace di Paquara, rimane a San Giovanni Lupatoto il nome della via intitolata, oltre ad una lapide fatta murare nel frontale della torre centrale della corte di Sorio, dove si trova la chiesetta di Sorio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mistero dell'Arco della Costa in piazza Erbe a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento