Cognomi presenti nella provincia di Verona: i Trabucchi

Non è molto diffuso, ma nel tempo si è conservato. Anticamente il trabucco era l'addetto all'arma omonima, l'antenata della catapulta

Modellino di un trabucco (Fonte foto: Wikipedia)

Non ce ne sono tanti, ma ci sono. Non è un cognome molto diffuso, ma nel tempo è rimasto, tanto che si ricordano alcuni Trabucci illustri, tra cui l'avvocato e politico democristiano Giuseppe Trabucchi, senatore nelle prime legislature dell'Italia repubblicana, o suo fratello Alberto noto giurista e per anni sindaco di Illasi. Tra l'altro Giuseppe e Alberto Trabucchi sono nipoti di Alessandro Trabucchi, ufficiale dell'esercito italiano durante le due guerre mondiali e soldato della resistenza partigiana in Piemonte dopo la firma dell'armistizio. Della sua esperienza da partigiano parlò nel libro "I vinti hanno sempre torto", in cui rivendica i valori della Resistenza senza però nasconderne le atrocità.

E in qualche modo la carriera militare di Alessandro Trabucchi è affine all'origine di questo cognome. Infatti i trabucchi erano i soldati addetti ad un'antica macchina da guerra medioevale, il trabucco. Il trabucco si può definire l'antenato della catapulta. Rispetto alla catapulta però il trabucco non aveva le ruote e quindi era una struttura fissa. Questo ne limitò molto la diffusione, nonostante la sua utilità in battaglia fosse innegabile. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento