Brevi accenni sull'origine dei cognomi diffusi nel veronese: gli Ederle

Presente dalle parti di Grezzana e proprio da lì dovrebbe essere poi giunto fino alla città di Verona. E in tutto il territorio provinciale se ne contano a centinaia ormai

Lapide commemorativa di Carlo Ederle (Fonte Wikimedia)

Con l'accento sulla prima E, il cognome Ederle è presente dalle parti di Grezzana e proprio da lì dovrebbe essere poi giunto fino alla città di Verona. E in tutto il territorio provinciale se ne contano a centinaia ormai.

L'origine di questo cognome però è cimbra. Molto probabilmente è nato nel territorio dei tredici comuni cimbri del veronese. Vicino a Badia Calavena infatti c'è la località cimbra di Edri, che è il plurale di un soprannome, Eder, che non ha niente a che vedere con il calciatore italiobrasiliano. Nel Tirolo infatti non mancano gli Eder, un cognome che deriva dalla parola Öder che a sua volta deriva da Öd, aggettivo che in italiano si può tradurre con "inospitale". L'aggettivo però non dovrebbe riferirsi alla persona quando al luogo da dove proveniva e quindi gli Öder erano quelli che venivano o che vivevano in un luogo inospitale o magari poco adatto all'agricoltura.

A Verona (ma anche a Grezzana, a Roma e in altre città) esiste anche una via intitolata ad un Ederle ed è via Carlo Ederle, che da lungadige Cangrande arriva a via Anzani. Carlo Ederle è stato un eroe veronese della Prima Guerra Mondiale, medaglia d'oro al valor militare, morto nel 1917 (il 4 dicembre ricorrerà il centenario della morte) a Zenson di Piave durante durante un'azione militare. Aveva 25 anni.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Blog

    Le pizzerie più buone di Verona: dove gustare un'ottima pizza

  • Blog

    Dove fare un aperitivo a Verona. I dieci imperdibili locali

  • Blog

    Parcheggiare a Verona. Gli stalli liberi e a pagamento della città

  • Blog

    Verona e la sua storia: il mistero dell'Arco della Costa in piazza Erbe

I più letti della settimana

  • Residenze d'epoca in provincia di Verona: Villa Verità Fraccaroli a Lavagno

  • Piccole storie a lieto fine dal passato veronese: i due neonati trovati sul Guà

  • Il terrorismo delle Brigate Rosse a Verona: il rapimento del generale Dozier

  • Non solo "Nonno Erasmus", quando a Verona si laureava un 71enne

  • Contributi veronesi nella storia del cinema: il Cristo parlante di Don Camillo

  • Esce "S-Ciantisi" di Gilberto Antonioli: una raccolta di poesie in dialetto veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento