Le migliori pasticcerie di Verona. Dove il dolcetto non delude mai

Lo spazio nello stomaco per un dolce c'è sempre e si possono mangiare a tutte le ore, dalla colazione al dopo cena. C'è solo l'imbarazzo della scelta, perché l'assortimento è vasto

I dolci sono probabilmente i piaceri più alti quando si parla di arte culinaria. Generalmente è l'ultima cosa che si mangia prima di alzarsi da tavola e quindi e l'ultimo gusto che resta in bocca dopo un pasto. Deve quindi essere ottimo, perché anche la migliore cena può essere rovinata da un dolce poco soddisfacente.

Quando si è invitati a casa di amici o parenti per consuetudine si porta un dolce. E anche quando durante le feste non si sa cosa regalare, con i dolci o con i libri non si sbaglia mai. 

Il proliferare nei mass media di programmi dedicati alla cucina ha mostrato qualche trucco usato nell'alta pasticceria e ha invogliato molte persone a mettersi all'opera, preparando torte o crostate molto elaborate, magari reperendo in qualche negozio o su internet gli utensili usati dagli chef.

Ma anche chi non è bravo in cucina si può concedere la gioia di un buon dolce, rivolgendosi alla giusta pasticceria. Vi segnaliamo le migliori che abbiamo trovato a Verona, che sono:

  • Pasticceria Flego. Via Stella 13. Raffinato, sia nella cura dei locali sia nella preparazione dei dolci.
  • Pasticceria Vittorini. Via Vasco de Gama 11/a. Rinomata per le sue paste.
  • Pasticceria Roma. Via Cesena 14. Ottima per le colazioni sia dolci che salate.
  • Pasticceria Miozzi. Via Diaz 7. Per gli amanti del cioccolato.
  • Pasticceria Tomasi. Corso Milano 16/a. Un punto di riferimento.
  • Pasticceria Barini. Corso Porta Nuova 8. Storica, ma con un assortimento limitato.
  • Pasticceria Scapini. Via XX Settembre 132. Non ha mai scontentato nessuno.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento