Modi di dire in dialetto veronese: essar a Avesa

In passato, gli abitanti di Avesa deridevano quelli di Quinzano, ritenendosi più ricchi. Eppure non erano così tanto ricchi se l'espressione "Essar a Avesa" in dialetto significava essere senza soldi

(Foto Gmaps)

Nel passato, la povertà di coloro che vivevano a Quinzano era risaputa, tanto da essere derisa dagli abitanti di Avesa. Eppure anche gli "avesani" non navigavano nell'oro se a Verona si era diffuso il modo di dire "essar a Avesa" per dire di essere senza soldi. Un modo dire però, bisogna dirlo, ha diverse declinazioni, mantenendo lo stesso significato. Si poteva dire di "essar a Udine" oppure di "essar nèto" o ancora "essar bulgaro".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Blog

    Dove fare un aperitivo a Verona. I dieci imperdibili locali

  • Blog

    Le pizzerie più buone di Verona: dove gustare un'ottima pizza

  • Blog

    Parcheggiare a Verona. Gli stalli liberi e a pagamento della città

  • Blog

    Verona e la sua storia: il mistero dell'Arco della Costa in piazza Erbe

I più letti della settimana

  • Dolci tipici veronesi: l'offella d'oro di Bovolone

  • Bonus sociale idrico, cosa fare per accedere allo sconto sulla fornitura dell'acqua

  • In bici col seggiolino: i consigli della polizia municipale di Verona

  • Racchette scaligere: breve storia dei 90 anni dell'Associazione Tennis Verona

  • AgroInnovation Award, premiata anche la tesi di un neo-laureato veronese

  • Omar Pedrini al Festival del Sambuco: diario d'artista dello "Zio Rock"

Torna su
VeronaSera è in caricamento