Come lo dicono i veronesi: "El d'à fato pèso de Ninéta"

Lo si dice di qualcuno che ne ha combinate davvero tante e s'ispira ad una figura realmente esistita, el Ninéta, alias Francesco Nesi, brigante veronese ricercato all'inizio dell'800

Stereotipo del brigante (Fonte foto: Wikipedia)

In italiano suona così: "Ne ha fatte peggio di Ninetta" e lo si dice riferendosi a qualcuno che ne ha combinate tante o di un bambino particolarmente birichino.

Nasce dalle parti della Bassa veronese e s'ispira ad un personaggio realmente esistito, Nineta appunto, alias Francesco Nesi, brigante nato a Isola Rizza. Agli inizi dell'800, il Nineta e sua moglie erano ricercati e i loro nomi erano scritti su manifesti pubblici. Si credeva che Nineta avesse una banda, ma è più probabile che fosse un criminale meno pericoloso di quanto suggerito dalla sua fama.

Un modo di dire simile e con lo stesso significato è "farde peso de Bertoldo" e cioè "farne peggio di Bertoldo" e fa riferimento al personaggio immaginario dello scaltro Bertoldo, diventato consigliere del re Alboino.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ballata macabra di Joker

Torna su
VeronaSera è in caricamento