Il cibo degli dei a Verona. 12 cioccolaterie nel territorio

Ovunque si può trovare del cioccolato confezionato in maniera industriale, ma la cioccolata artigianale rimane sempre la più buona

Afrodisiaco per Casanova, mentre Voltaire ne faceva uso per combattere la debolezza. Per i cani è velenoso, mentre è un dopante per i cavalli. È il cioccolato, alimento che noi europei abbiamo scoperto nel nuovo mondo e non abbiamo più abbandonato.

Per le popolazioni precolombiane il cioccolato era il cibo degli dei ed è impossibile contraddirle. Ma se il cacao è nato in America, è l'Europa che nei secoli lo ha valorizzato. Il paese che produce e consuma più cioccolato al mondo è la Svizzera, che è anche il paese che guadagna di più dalla sua commercializzazione. Le praline di cioccolato invece sono un'invenzione belga. E anche l'Italia ha le sue eccellenze in questo campo, con il cioccolato di Modica in Sicilia e la gianduia torinese

E a Verona? Nel capoluogo scaligero se ne consuma molto di cioccolato. Lo si può comprare ovunque, confezionato in modo industriale, ma il cioccolato più buono rimane sempre quello prodotto artigianalmente. E allora ecco segnalate alcune cioccolaterie di Verona e provincia:

  • Art & Chocolate. Vicolo Cavalletto, 16. Verona
  • La Cioccolateria di Verona. Via Negrelli, 81. Verona.
  • Zeno Gelato e Cioccolato. Piazza San Zeno, 12/a. Verona.
  • Dolcissima Chocolate Studio. Via Teatro Filarmonico, 6. Verona.
  • Bottega del Gusto Venchi. Via Cappello, 13. Verona
  • Loacker Point. Corso Santa Anastasia, 13. 
  • Gabbiola. Piazza Falcone, 21. San Giovanni Lupatoto.
  • Ciokolart. Via Messedaglia, 7. Villafranca di Verona.
  • Goloseria Latte & Stelle. Via Roma, 136. Isola Rizza.
  • Pasticceria caffetteria Elisa. Piazza Marconi, 6. Zevio.
  • La Perla. Piazza IV Novembre, 6. Povegliano Veronese.
  • Dolci Capricci. Piazza del Grano, 5. Bussolengo.

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
VeronaSera è in caricamento