Viaggio tra le chiese di Verona e provincia: San Marziale a Breonio

L'esterno e la facciata sono spogli ed è all'interno che questa chiesa racchiude le sue bellezze

Si trova in piazza Unità d'Italia a Breonio, frazione del comune di Fumane e dovrebbe risalire alla seconda metà del Quattrocento.

La pianta è a croce latina con un'unica navata centrale, tetto a capriate, un'abside quadrata e due cappelle laterali. L'esterno e la facciata sono spogli ed è all'interno che questa chiesa racchiude le sue bellezze.

Le pareti del presbiterio sono decorate con affreschi attribuiti a Francesco Marone e realizzati all'incirca nella seconda decade del Cinquecento. Rappresentano tra santi: San Giovanni Battista, Sant'Agapito e San Marziale a cui la chiesa è dedicato e il cui culto era presente nella zona già prima della costruzione della chiesa. Altri santi sono affrescati anche nella parete di sinistra. Si possono riconoscere San Sebastiano, San Rocco, San Cristoforo e ancora San Marziale.

Passando dagli affreschi delle pareti a quelli dell'abside, si trovano due santi, Gregorio e Silvestro, e varie raffigurazioni del Cristo. Di sicuro si tratta di opere della seconda metà del XVI secolo, ma l'autore è incerto.

Pregevolissimo, infine, il polittico ligneo dell'altare maggiore, opera di Francesco Badile. Tre le statue contenute nelle nicchie del polittico, con i Santi Giovanni Battista, Antonio Abate e Marziale. Ai loro piedi, nelle predelle, sono dipinte scene di vita dei tre santi. In alto invece nel timpano c'è una raffigurazione di Dio e, sotto di lui, altre tre racconti: l'incontro dei genitori di Maria, Anna e Gioachino; l'annuncio ai pastori della nascita di Gesù e la natività con l'adorazione dei magi.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Blog

    Le pizzerie più buone di Verona: dove gustare un'ottima pizza

  • Blog

    Dove fare un aperitivo a Verona. I dieci imperdibili locali

  • Blog

    Parcheggiare a Verona. Gli stalli liberi e a pagamento della città

  • Blog

    Verona e la sua storia: il mistero dell'Arco della Costa in piazza Erbe

I più letti della settimana

  • Veronesi tuti mati, ma non solo. Altra filastrocca dei popoli veneti

  • I vecchi rimedi delle nonne della Lessinia: l'erba catiorà

  • Strani stregoni della provincia di Verona: El Bio di Vestenanova

  • Alle sorgenti del torrente Alpone: il Buso del Botiéro

  • Antiche favole della provincia veronese: il gomitolo magico di Mulbese

  • Il Covolo dei Sette Forni di contrada Tander a Bosco Chiesanuova

Torna su
VeronaSera è in caricamento