Recupero debito, il metodo giusto per affrontare lo studio

Sono molti gli studenti che ogni anno devono sottoporsi agli esami di riparazione per recuperare le materie in cui hanno avuto l'insufficienza: ecco i consigli per affrontare al meglio lo studio

La scuola inizierà soltanto a settembre, ma per gli studenti che dovranno recuperare dei debiti formativi i libri saranno dei compagni di vacanza. Non aver raggiunto la sufficienza in qualche materia non è un dramma, ma per arrivare pronti all'esame di riparazione c'è bisogno di tanta volontà e spirito di sacrificio. Perché tutto vada per il verso giusto bisogna affrontare il problema con calma e sangue freddo, recuperare il debito non è impossibile, ma non è neanche una passeggiata. Il primo passo da fare è individuare le materie in cui bisogna recuperare e dividere la mole di studio in maniera omogenea, non raggruppando tutto lo studio negli ultimi giorni. Per evitare di perdere gran parte delle vacanze sui libri è meglio studiare poco alla volta, ma in maniera costante, dedicando, sempre dopo lo studio, anche delle ore al relax e ai divertimenti.

COME RECUPERARE I DEBITI: IL RIPASSO ESTIVO
Spesso le scuole organizzano dei corsi di recupero per le materie più importanti. Se questo non accade lo studente ha due vie: studiare da solo o farsi aiutare da un insegnante privato. Per evitare di concentrare lo studio in pochi giorni, rendendoli massacranti e poco produttivi, è meglio dilazionare gli argomenti da studiare in più giorni, dando precedenza e dedicando maggior tempo a quelli in cui si ha più difficoltà.

-Se si devono recuperare più materie, l'ideale è suddividere lo studio alternando i vari argomenti, magari un'ora su una materia e la successiva su un'altra, in modo da portare avanti tutti gli argomenti. 

-Per gli argomenti orali è consigliabile dare una prima lettura, in cui evidenziare i concetti principali da tenere a mente. Poi ripetere tutto ad alta voce, magari aiutandoci con schemi o riassunti, che aiutano nella memorizzazione. 

-Per gli scritti è ottimale fare un ripasso della teoria, prima di dedicarsi agli esercizi pratici. Un regola applicabile a diverse materie, come ad esempio matematica e latino.

-Una settimana prima dell'esame organizzate un ripasso generale, utile sia per fissare i concetti principali, sia per individuare gli argomenti in cui si è meno preparati, in modo da poter rimediare con un ulteriore ripasso.

COME AFFRONTARE L'ESAME DI RIPARAZIONE 
Oltre allo studio, fondamentale per superare qualsiasi esame, ecco alcuni consigli per affrontare quello di riparazione senza ansie o preoccupazioni:
-Leggere con attenzione le tracce o le domande presenti sul compito
-Iniziate dagli argomenti che sapete meglio
-Proseguite con gli altri, se la risposta non arriva subito non entrate nel panico, ragionate con calma e vedrete che la soluzione arriverà
-Prima di consegnare rileggete tutto il compito e correggete eventuali errori

Se l'esame non dovesse andare come previsto le opzioni sono due e spettano al Consiglio di classe. Lo studente che non ha recuperato il debito sarà costretto a ripetere l'anno, oppure verrà promosso con l'obbligo di recuperare la materia in questione durante il corso dell'anno. Detto questo, in bocca a lupo a tutti gli studenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento