Mal di pancia? Come combattere i malesseri da primo giorno di scuola

Il malore più frequente è senza dubbio il "mal di pancia" per i bambini che si approcciano all'inizio di un nuovo anno scolastico

Solo l’idea di doversi svegliare di nuovo all’alba, fare colazione in fretta e restare per ore seduti tra i banchi provoca se non un malessere almeno un po’ di agitazione. E già, funziona così la vigilia del primo giorno di scuola perché in un certo senso si dice “addio” al divertimento, alle scorribande in motorino, alle lunghe giornate al mare o alle gite fuori porta. Ed ecco qua che ad un certo punto si somatizzano questi “dispiaceri” iniziando a manifestare piccoli fastidi, veri o presunti che siano. Quando? Ma il primo giorno di scuola ovviamente. “Mamma mi fa male pancia”. Questa è la frase per eccellenza che si pronuncia in quel brevissimo lasso di tempo compreso tra il risveglio e la capacità di realizzare che la campanella per l'inizio della giornata sta per suonare.

L'inizio dell'anno scolastico è anche il ritorno alle amicizie

Sì proprio così, si ha come la sensazione di non essere pronti dopo tre mesi di vacanza e forse nemmeno dopo sei. Molto viene determinato dal tipo di scuola, è la prima elementare? La prima media o l’inizio delle scuole superiori? E’ chiaro che ogni volta che si inizia un nuovo ciclo l’ansia sarà ancora più grande, diverso è per le classi dello stesso grado. In questo caso ad esempio c’è anche la gioia di ritrovare i propri compagni di viaggio. Come si può combattere il mal di pancia da primo giorno di scuola? La prima cosa da fare è stare calmi, non agitarsi in fondo si tratta solo di un nuovo inizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Andare a letto presto

La sera della vigilia al ritorno a scuola è bene dedicarsi a qualcosa che si adora in maniera particolare così che assorba tutte le nostre energie ma è altrettanto importante non andare a letto tardi, non oltre le 22.00. Addetti ai lavori consigliano per gli studenti almeno 8 ore di sonno. E’ preferibile evitare cibi pesanti che durante la notte possono risultare indigesti. Una cattiva digestione mista all’ansia da primo giorno di scuola sono una combo assolutamente da evitare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus a Verona: toccata quota 100 ricoveri in intensiva

  • Altri 81 casi positivi al coronavirus nel Veronese, sono saliti a 1.228

  • «Focolaio di Coronavirus nel carcere di Verona: una quindicina di agenti positivi»

  • In Veneto 125 minorenni positivi al coronavirus, 18 sono veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento