Nuovi svincoli in Tangenziale Sud. "Ancora code in via Mezzacampagna"

A denunciarlo è il Partito Democratico, anche dopo l'ordinanza che dovrebbe regolare il traffico in zona. "Non c'è stata alcuna compensazione, ma è stato scaricato tutto sui residenti"

Il Partito Democratico di Verona ha fatto notare la pubblicazione, datata 6 gennaio, dell'ordinanza che regola la viabilità in corrispondenza del nuovo svincolo della Tangenziale Sud su via Mezzacampagna, realizzato come opera compensativa di alcuni nuovi insediamenti commerciali a Verona Sud. "Purtroppo nessuna delle tante criticità segnalate da noi e dai residenti nel corso delle ultime settimane è stata tenuta in debita considerazione. Di conseguenza la percorribilità di via Mezzacampagna nelle ore di punta del mattino e del tardo pomeriggio continua ad essere pregiudicata dalle lunghe code di circa un chilometro che si sviluppano dall’incrocio con lo svincolo (direzione via Vigasio) fino all’abitato oltre il ponte sul canale e dalle code che si formano su via Vigasio per entrare in via Mezzacampagna". A scrivere sono Luigi Ugoli e Camilla Mariotto, capigruppo PD rispettivamente in consiglio comunale e in quinta circoscrizione. 

"Va ricordato - proseguono i due - che sulla via insistono diverse aziende di logistica i cui mezzi saturano la portabilità della strada che, con ogni evidenza, era fin dall’origine inadeguata al carico. Questo rappresenta un danno non solo per gli automobilisti ma anche per i residenti che di fatto si ritrovano prigionieri in casa propria. La normale dialettica politica avrebbe potuto prevenire l’insorgenza di tale disagi se solo si fosse data la possibilità di un confronto sulle diverse proposte di regolazione depositate in circoscrizione. Per cercare almeno di lenire i disagi è infatti urgente predisporre un divieto di svolta a sinistra (direzione Cadidavid) per il traffico in uscita dalla tangenziale e accordare la giusta priorità al traffico su via Mezzacampagna diretto verso via Vigasio. Inoltre abbiamo presentato in circoscrizione una mozione che chiede di mettere a senso unico in direzione est-ovest il ponte sul canale Milani così da ridurre il passaggio dei non residenti. Resta fermo che l'unico intervento risolutivo sarebbe il potenziamento della portabilità di via Mezzacampagna. Dal punto di vista politico il nuovo svincolo è dunque una sconfitta poiché invece di compensare il traffico indotto dalle nuove aree commerciali, scarica i problemi sui cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento