Referendum. Tosi e Casini chiedono un Sì. "L'Italia ha bisogno di riforme"

Questa mattina si è tenuto il convegno "Un Sì per l'Italia", mentre nel pomeriggio Fare! ha organizzato un gazebo informativo in pizza Erbe

Fonte foto: Facebook Flavio Tosi

"Un sì per l'Italia è un sì di coerenza, un sì che guarda alla storia della riforma che nasce da un accordo tra Renzi e Berlusconi e che si basa su principi di centrodestra".

Ha scritto così sulla sua pagina Facebook il sindaco di Verona e leader di Fare! Flavio Tosi dopo il convegno "Un Sì per l'Italia" organizzato questa mattina, 23 ottobre, a Verona Mercato per spiegare le ragioni del Sì al referendum costituzionale. Insieme a Tosi, è intervenuto il presidente della commissione affari esteri ed emigrazione al senato Pierferdinando Casini. I due sono impegnati a creare un fronte di centro e di centrodestra di favorevoli alla riforma su cui i cittadini italiani saranno chiamati a votare il prossimo 4 dicembre.

"Un sì per l'Italia per rendere più governabile e più semplice il paese e la governabilità, per me, è l'aspetto più importante. Indispensabile, poi, è una legge elettorale che consenta al premier di governare. Un sì per l'Italia perché negli ultimi mesi la grande finanza ha tolto investimenti e se vince il no l'Italia non sarà più competitiva e il paese finirà in ginocchio. Un sì per l'Italia perché il paese ha un bisogno disperato di riforme e votare no per fare dispetto a qualcuno è irrazionale e illogico".

E dopo il convegno, Fare ha organizzato fino alle 18 un gazebo informativo sul referendum in piazza Erbe.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento