Tremila veronesi al Family Day, tra politici, famiglie e gruppi cattolici

Gli organizzatori parlano di due milioni di persone al Circo Massimo, stima per niente realistica. Più simile al vero la cifra di trecentomila partecipanti, tra cui tanti da Verona a provincia

Due milioni contro il ddl Cirinnà sulle unioni civili. Questo è il bilancio degli organizzatori del Family Day che dal Circo Massimo hanno lanciato un appello a respingere il disegno di legge in discussione in Senato. Si tratta però di stime per niente realistiche. Si avvicina di più alla verità il dato di trecentomila manifestanti per la famiglia tradizionale, tra cui circa tremila veronesi

Hanno raggiunto Roma con ogni mezzo i partecipanti al Family Day provenienti da Verona e provincia e tra di loro ovviamente anche esponienti delle forze politiche che hanno dato la loro adesione all'evento. Adesione che è stata data anche dalla Lega Nord, presente con i suoi leader, alcuni assessori regionali, il segretario della Lega di Borgo Milano Nicolò Zavarise, e con l'europarlamentare veronese Lorenzo Fontana che ha parlato di una presenza eccezionale alla manifestazione.

Hanno partecipato anche dei rappresentanti delle circoscrizioni della città di Verona, consiglieri comunali, ma anche semplici famiglie e gruppi d'ispirazione cattolica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 febbraio 2020

  • Rubavano dalla cassa del negozio per cui lavoravano: commesse in manette

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

  • Finalmente insieme a Verona i vincitori del concorso di San Valentino

Torna su
VeronaSera è in caricamento