Torna il decimo assessore nella giunta Sboarina, nominato Zavarise

Nicolò Zavarise prende il posto di Lorenza Fontana, diventato ministro della Famiglia. Il sindaco gli ha affidato le deleghe alle attività economiche e produttive, commercio e arredo urbano

Sboarina e Zavarise (Foto Facebook - Sboarina Sindaco)

Il sindaco di Verona Federico Sboarina ha nominato oggi, 19 aprile, Nicolò Zavarise nuovo assessore della giunta comunale, al posto del dimissionario Lorenzo Fontana, nominato ministro della Famiglia.

Zavarise si è congedato dalla carica di presidente della terza circoscrizione ed è entrato in giunta con le deleghe alle attività economiche e produttive, commercio e arredo urbano. E con questa nuova nomina, la giunta torna alla composizione originaria, con il sindaco affiancato da dieci assessori. «Oggi la mia squadra torna a dieci punte - ha detto il sindaco - Un assessore in più fa la differenza per riequilibrare i carichi di lavoro e operare al meglio. L'esperienza maturata in circoscrizione ha permesso a Zavarise di conoscere le dinamiche legate all'amministrazione del territorio. Nicolò Zavarise ha dimostrato operatività e a spirito di squadra, caratteristiche che si sposano perfettamente con il modo di operare della mia giunta.

Ricevo questo incarico con grande orgoglio ma anche con grande senso di responsabilità - ha detto il neo assessore - Mi vengono affidati dei settori strategici per la crescita di Verona e della sua economia. Cercherò di mutuare il lavoro svolto in terza circoscrizione, ascoltando le esigenze di tutti per poi raggiungere soluzioni condivise. Già dalla settimana prossima comincerò gli incontri con le diverse categorie, per capire quali sono i fronti aperti su cui mettersi subito al lavoro.

Per effetto della ridistribuzione delle deleghe, all’assessore al bilancio Francesca Toffali vengono assegnate quelle alle relazioni internazionali, fondi UE, smart city e innovazione tecnologica, rapporti unesco, politiche demografiche, politiche della casa e la delega ai veronesi nel mondo.

E il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco ha commentato criticamente la nomina: «Al continuo indebolimento politico del sindaco corrisponde un rafforzamento della componente fontaniana della Lega che con l'ex assistente europarlamentare Zavarise occupa una nuova casella in giunta dando una lezione alla fazione leghista rivale di cui fa le spese l'assessore Toffali costretta a cedere deleghe. Il giro dei fedelissimi di Sboarina si deve accontentare di piazzare Gelmetti, che da più di un anno attende un ruolo, alla Fiera, confermando così la cattiva abitudine di utilizzare le aziende comunali come agenzie di collocamento. Non è un bel vedere, anzi, è il peggio della politica. Zavarise sta a Fontana come Fontana stava a Tosi. In breve: a Verona comandano gli assistenti degli assistenti. E dal momento che al peggio non c’è mai fine, dopo Pasqua si annuncia anche il rimpasto di giunta con Briani e Neri nel mirino».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

Torna su
VeronaSera è in caricamento