Magalini. Coletto: "Su pediatria e maternità allarmismo inutile dei tosiani"

"Non esiste nessuna sala comune tra pazienti ammalati di pediatria e maternità" è la replica dell'assessore regionale alla sanità. Risponde Andrea Bassi: "Il pericolo c'è"

"L’ennesimo allarme ingiustificato, l’ennesima richiesta senza senso, basati sull'ennesima carenza di conoscenza e di informazioni. Pediatria e maternità del nuovo ospedale di Villafranca rispondono a tutti i più moderni criteri realizzativi a garanzia dei pazienti".

Sembra quasi esasperata la replica dell'assessore regionale alla sanità Luca Coletto ai consiglieri tosiani che con un'interrogazione avevano chiesto che i due reparti del Magalini non avessero stanze in comune, a tutela soprattutto della salute delle donne in gravidanza. "Non capirò e non accetterò mai che si usi la salute per fomentare la polemica politica. Se non si conoscevano le caratteristiche costruttive e organizzative dell'ospedale non serviva un’interrogazione con relativo ampio spazio sulla stampa. Bastava una telefonata a me o a uno dei tanti brevi tecnici della Regione", ha aggiunto Coletto 

"Il progetto - ha puntalizzato poi l'assessore alla sanità - prevede al primo piano il pronto soccorso esclusivo dedicato al materno infantile, con due distinte e non continue attese esterne ai reparti, una dedicata all’ostetricia e l’altra alla pediatria. Al pronto soccorso materno infantile si accede con ascensori veloci direttamente dal pronto soccorso principale, posto al piano inferiore, effettuando così il primo filtro sanitario. Al piano del materno infantile non si può accedere se non dopo essere stati controllati all’ingresso con un apposito spazio e all’interno della pediatria ci sono delle stanze attrezzate specificamente per particolari malattie infettive dei bambini". Ma soprattutto sottolinea Luca Coletto: "Non esiste nessuna sala comune tra pazienti ammalati pediatrici o della ginecologia e ostetricia, ogni reparto avrà sale separate per pranzare e la cucina in comune sarà solo per il personale medico e infermieristico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Abbiamo semplicemente raccolto l’allarme del personale sanitario - risponde il consigliere tosiano Bassi all'assessore Coletto - la promiscuità tra i reparti di ginecologia e pediatria nell’ospedale Magalini di Villafranca è innegabile. Abbiamo presentato l’interrogazione dopo aver verificato il progetto che ci è stato fornito dai competenti uffici: se Coletto è in grado di cambiare le caratteristiche costruttive in corso d’opera, ne siamo ben felici. Ci interessava sollevare il problema e raccogliere l’allarme del personale sanitario per trovarvi una soluzione ed evitare rischi per gli utenti, perché la promiscuità dei reparti c’è, e il pericolo pure".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Quante persone posso invitare a pranzo o cena in casa mia secondo le norme in Veneto?

Torna su
VeronaSera è in caricamento