Viabilità ai Navigatori, la proposta per semplificare la vita dei residenti

Il piano che rivoluzionerebbe la viabilità nella zona è pronto da tempo, studiato di comune accordo con i residenti e proposto dall'attuale Consigliere comunale Federico Benini

Risalgono a circa tre anni fa le modifiche alla viabilità apportate nel quartiere Navigatori di Verona che, nelle intenzioni, avrebbero dovuto semplificare la vita ai residenti, ma che di fatto hanno invece reso gli spostamenti in auto nella zona un cervellotico groviglio di manovre, indesiderati tour panoramici e lunghe attese ai semafori, semplicemente per entrare e fuoriuscire dal quartiere.

Ad oggi la situazione appare ancora immutata, ma c'è chi si batte da tempo per migliorare, questa volta si spera riuscendoci, la viabilità dell'area densamente trafficata che collega il Saval, Borgo Milano e il quartiere Catena. Nella fattispecie si tratta dell'ex consigliere della terza circoscrizione per il Pd Federico Benini, oggi entrato in Consiglio comunale e pronto ad affrontare la questione come sua prima battaglia politica.

"Nel 2014 in consiglio della terza circoscrizione - spiega Benini - ho presentato un piano di revisione dei sensi unici (via Marco Polo e via Caboto ora sono ad un unico senso), che tuttavia è stato realizzato solo in parte e dopo diversi solleciti, mai più rivisto". Si tratta di un progetto realizzato di comune accordo con la cittadinanza, quegli stessi abitanti del quartiere Navigatori sui quali per primi ricadono gli inconvenienti di una cattiva mobilità. A sottolinearlo è sempre lo stesso consigliere Pd: "Il piano è stato studiato tre anni fa insieme ai residenti del quartiere, dopo che ho organizzato una assemblea pubblica in merito. Ora come consigliere comunale ho chiesto appuntamento all’Ing. Fasoli, dirigente della segnaletica stradale, per presentare le variazioni viabilistiche che consentirebbero ai residenti di poter muoversi con maggior disinvoltura nel loro quartiere".

Nella proposta di modifica della viabilità vi sono in particolare quattro puntuali variazioni che sarebbero da apportare: la trasformazione di Via Melotto da doppio senso a senso unico in direzione via Pigafetta, l'inversione del senso unico di via Vespucci per il tratto via Marco Polo – via Pigafetta, l'inversione del senso unico di via Vivaldi per il tratto via Marco Polo – via Pigafetta e, infine, l'inversione del senso unico di via Pigafetta per il tratto via Vivaldi – via Vespucci.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Mi auguro che nell’arco dell’estate possa avere attuazione questa proposta, - conclude dunque il Consigliere comunale del Partito Democratico Federico Benini - già approvata dal consiglio di circoscrizione, in caso contrario chiederò la convocazione della commissione consiliare competente. I residenti sono stanchi di aspettare, anche perché si tratta di una proposta a costo quasi zero".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Spende 9 mila euro per un depuratore per la casa: «Non serve, l'acqua è già potabile»

  • Inganna parroco della Lessinia per ricattarlo, coppia di 20enni arrestata

  • Coronavirus: tre i nuovi casi positivi in Veneto e due i morti, un decesso è a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento