Linea ferroviaria Verona-Rovigo, PD: "La Regione medita di chiuderla"

Lo denunciano i parlamentari veneti del PD Diego Crivellari, Giulia Narduolo e Diego Zardini. In una risposta ad un'interrogazione riportata dai deputati, la giunta veneta parla di una "riflessione sul servizio"

Una possibile chiusura delle linee ferroviarie Rovigo-Chioggia e Verona-Rovigo. Questa potrebbe essere la risposta della Regione Veneto e a denunciarlo sono stati i parlamentari veneti del PD Diego Crivellari, Giulia Narduolo e Diego Zardini.

Una novità che quasi sorprende, dato che i problemi della Verona-Rovigo non sono pochi, ma sembrava che l'ente regionale avesse cominciato ad affrontarli a partire dagli adeguamenti approvati e i lavori a Cerea per eliminare i passaggi a livello. Eppure, in una risposta ad un'interrogazione riportata dai deputati, la giunta veneta parla di una "riflessione sul servizio" dovuta alla scarsa frequentazione della linea ferroviaria. Ma l'espressione "riflessione sul servizio" non è così chiara e potrebbe celare anche l'ipotesi di una soppressione delle linee ferroviarie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Regione dimostra tutta la propria incapacità non solo di risolvere, ma anche solo di affrontare i problemi dei pendolari - hanno dichiarato Crivellari, Narduolo e Zardini - Il metodo classico di uccidere una linea ferroviaria ha un ciclo ben preciso e purtroppo collaudato: consiste nel peggiorare progressivamente le condizioni di servizio così da disincentivare l'utenza e successivamente utilizzare come pretesto la scarsa affluenza di viaggiatori per giustificare la soppressione del servizio. Invece di migliorare l'efficienza, procedere a investimenti sul ferro e sulla mobilità integrata, la tentazione è di spostare ulteriori quote di traffico sulla mobilità privata, congestionando le strade e aumentando le emissioni di Co2.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento