Nessuna torre alle ex Officine Cardi, il piano urbanistico è stato revocato

In un terreno di 25mila metri quadrati era stata prevista la costruzione di tre torri di diciotto piani, ma il procedimento è stato invalidato dalla giunta comunale per delle inadempienze legate ad una fidejussione irregolare

Le ex Officine Cardi (Foto di repertorio)

«Il progetto non si può fermare», diceva all'inizio di quest'anno l'assessore all'urbanistica di Verona Ilaria Segala. Eppure, il progetto è stato fermato. Si tratta del piano urbanistico previsto alle ex Officine Cardi, un terreno di 25mila metri quadrati da riqualificare su cui era stata prevista la costruzione di tre torri di diciotto piani, con trecento appartamenti e circa centocinquanta negozi e uffici. Il procedimento urbanistico è stato invalidato dalla giunta comunale per delle gravi inadempienze legate ad una fidejussione irregolare.
Per il comitato di cittadini contrari alla costruzione delle torri e per il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco si tratta di un successo. E Bertucco spera che a questo ne seguano altri «dal momento che abbiamo dimostrato - ha spiegato il consigliere comunale - che non si tratta di un caso isolato, ma altri piani urbanistici sono sotto osservazione per irregolarità simili».

Questa scoperta dovrebbe far scattare nella giunta la volontà di predisporre controlli sistematici su tutte le fidejussioni che vengono presentate in campo urbanistico - ha aggiunto Bertucco - Al di là dei casi specifici, l'urbanistica è troppo spesso terreno di razzia per speculatori più o meno improvvisati. Accertare che un'impresa abbia le capacità e le carte in regola per mantenere fede agli impegni presi con il Comune è necessario non solo a salvaguardare le risorse dei cittadini che in quanto amministratori siamo chiamati a gestire nel migliore dei modi, ma anche a preservare il territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E la revoca del piano urbanisto dell'Ex Cardi è una buona notizia anche per il capogruppo del Partito Democratico di Verona Federico Benini perché «rende giustizia di un procedimento viziato da pesanti criticità - ha commentato Benini - E perché annulla un intervento pesantissimo per il quartiere. L'auspicio è che l'amministrazione riveda l'intera programmazione urbanistica della terza circoscrizione, condividendo le scelte con il territorio, così come avevano propagandato in campagna elettorale ma che in pratica non hanno mai fatto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento