Referendum per l'autonomia, ancora incontri prima del voto di domenica

E dato che si tratta di un voto ufficiale, con tutti i crismi che i referendum devono avere, anche l'Ulss 9 Scaligera si è attrezzata per consentire il voto domiciliare agli elettori infermi

Efficiente, solidale, orientata allo sviluppo sostenibile e fondata sugli enti locali. Sono i criteri dell'autonomia desiderata da 39 sindaci e amministratori locali veneti in vista del referendum di domenica 22 ottobre. E li hanno scritti nero su bianco in un documento condiviso dai rappresentanti dei comuni delle diverse province della regione.

Permettere agli enti locali che hanno i conti in ordine di sfruttare i margini di efficienza per fare investimenti - questo viene richiesto dai diversi territori - E non possiamo che interpretare l’autonomia come autonomia solidale, che si mette a servizio del paese, non contro il paese, e che persegue una maggiore integrazione europea. Perché la sfida è un Veneto forte dentro un’Europa più forte e coesa. Siamo per un autentico federalismo e per questo rifiutiamo ogni interpretazione dell’autonomia come secessione o indipendenza.

Un'altra presa di posizione, dunque, a favore del Sì al referendum, voto a cui mancano pochi giorni ormai, ma questo non frena l'organizzazione di nuovi incontri pubblici. Il 19 ottobre alle 15.30 all'hotel Due Torri di Verona sarà il movimento di centrodestra Idea ad organizzarne uno a cui parteciperà il fondatore del movimento Gaetano Quagliariello e a cui parteciperà anche il sindaco di Verona Federico Sboarina.

Sarà un importante momento di riflessione e analisi a poche ore da un appuntamento storico per il Veneto e per i suoi cittadini - ha detto il consigliere regionale di Idea Stefano Casali - Una scelta che consentirà una maggiore autonomia gestionale, un’occasione unica di cambiamento in un’ottica di regionalismo differenziato e di maggiore efficienza amministrativa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, dato che si tratta di un voto ufficiale, con tutti i crismi che i referendum devono avere, anche l'Ulss 9 Scaligera si è attrezzata per consentire il voto domiciliare agli elettori infermi. Basta telefonare al numero 045.6138111.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La curva non scende, aumentano i malati di coronavirus a Verona

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus a Verona: toccata quota 100 ricoveri in intensiva

  • Altri 81 casi positivi al coronavirus nel Veronese, sono saliti a 1.228

  • «Focolaio di Coronavirus nel carcere di Verona: una quindicina di agenti positivi»

  • In Veneto 125 minorenni positivi al coronavirus, 18 sono veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento