PD: "L'ammasso di aree commerciali è una bomba ecologica che farà cilecca"

Nel mirino dei consiglieri comunali del Partito Democratico, Adige City e tutte le aree previste dal Piano degli Interventi "prive di qualsiasi logica urbanistica, viabilistica o commerciale"

"L'ammasso di aree commerciali previsto dal Piano degli Interventi che l'attuale giunta sta portando avanti in perfetta continuità col passato, rappresenta una bomba ecologica e sociale priva di qualsiasi logica urbanistica, viabilistica o commerciale. Destinata, pertanto, a far cilecca".

Il Partito Democratico torna a criticare il Piano degli Interventi di Verona con i consiglieri comunali Michele Bertucco e Stefano Vallani che scrivono: "L'unico studio del traffico esistente in questo momento (Infratec 2012), riguardante la sola Verona Sud (quello per Verona Est è tra le prescrizioni, ma non è ancora stato prodotto) mette in preventivo un potenziale di 167 mila movimenti di veicoli al giorno, capaci di far transitare fino a 200 mila persone al giorno. Ma ci dice anche che, in ragione della concorrenza che ciascun centro commerciale saprebbe esercitare sull'altro, tale potenziale potrebbe sgonfiarsi, anche di molto. Tutto e niente, insomma. Troppo, comunque, per i quartieri Sud che sono già al limite della vivibilità".

Vivibilità al momento infastidita dai lavori per la costruzione di Adige City nella Zai, che secondo il programma terminarenno entro l'anno prossimo. Sarà la più grossa area commerciale presente in area urbana, con negozi, ristoranti, caffé e un ipermercato. Lavori che portano con sé oneri di urbanizzazione che hanno riguardato via Copernico e che da lunedì 7 marzo passeranno a via dell'Esperanto. Cantieri che però saranno sospesi in concomitanza con i grandi eventi fieristici, Vinitaly in primis.

I consiglieri PD temono però che questa grande area insieme a tutte le altre previste dal Piano degli Interventi non portino i benefici economici previsti: "L'amministrazione pubblica, che in barba allo spirito della nuova legge regionale sul commercio fa di tutto affinché si costruisca anche consumando altro suolo - si chiedono Bertucco e Vallani - ha messo in previsione la possibilità di ritrovarsi non con l'agognato pacco di soldi derivanti dall'Imu commerciale, ma con tante cattedrali nel deserto da bonificare? Non sarebbe il caso di valutare gli effetti aggregati di tutti questi insediamenti per capire quale sia l'effettivo carico commerciale che la città potrebbe sostenere?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

  • Guai per una cooperativa: scovati 240 lavoratori irregolari e 7 in "nero"

  • È di Stallavena il secondo panettone artigianale più buono d'Italia

  • Senza cinture al momento dello scontro: grave la bimba, indagata la madre

Torna su
VeronaSera è in caricamento