Profughi e molestie sessuali, Tosi: "Espellere i responsabili e chi favoreggia"

Vanno espulsi senza se e senza ma i responsabili delle molestie ai danni delle donne, così come chi, pur non compiendo atti di violenza, con il suo atteggiamento favorisce tali atti. Non ha dubbi in merito il sindaco di Verona Flavio Tosi

Dopo l'episodio delle molestie sessuali subite da due studentesse minorenni a bordo di un autobus da parte di alcuni profughi, il sindaco di Verona Flavio Tosi è voluto intervenire condannando quanto accaduto e auspicando l'espulsione dall'Italia dei responsabili. Inoltre il primo cittadino scaligero ha chiesto a gran voce anche che tale provvedimento venga estesa pure a chi favoreggia tali atti di prevaricazione e violenza. Il clima è ovviamente molto teso in merito, alla luce anche dei fatti europei avvenuti durante la notte di Capodanno, nello specifica a Colonia in Germania.

Tosi ha poi in una nota riferita da Ansa, applaudito il Prefetto e la sua decisione di revocare "la richiesta di permesso speciale come richiedente asilo" al fermato nell'ambito dell'episodio delle molestie sull'autobus. Oltre a ciò ha poi aggiunto di voler chiedere allo stesso prefetto "che il provvedimento sia applicato anche a tutti gli altri immigrati che hanno fatto da 'muro' a favore dell'aggressore impedendo alle giovani aggredite di spostarsi e sfuggire alle molestie".

"È tempo - conclude il sindaco Tosi - di abbandonare il malinteso senso di buonismo e permissività che lo Stato italiano trasmette agli stranieri - comunitari e non - e ai sedicenti profughi consentendo una sostanziale impunita' a atti e comportamenti illegali che non producono effetti giudiziari come espulsioni effettive dal Paese e condanne da scontare in carcere e non a un improbabile domicilio che spesso non esiste: anche modificando i nostri codici con leggi speciali che diano a forze dell'ordine e magistratura gli strumenti necessari per fronteggiare nuove situazioni sia di terrorismo che di misoginia tipiche di altre culture che vanno duramente stroncate. La tolleranza e la civiltà giuridica dell'Europa e dell'Italia non possono essere utilizzate come strumenti per aggirare o ignorare le nostre regole e la nostra sicurezza".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Verona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Morto a 53anni sulla A22: forse un colpo di sonno la causa dello schianto

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento