Assunzioni medici non specializzati, Burioni attacca Zaia: «È letteralmente una follia»

Luca Zaia: «Non mi risulta che debba decidere lui cosa debba fare la Regione del Veneto». Ironico l'immunologo: «Buona fortuna a lei in tribunale e ai veneti in pronto soccorso»

Burioni e Zaia - ph Facebook

«Assumere medici non specializzati per riempire buchi dell’organico è letteralmente una follia». A dichiararlo senza mezze parole è il noto medico immunologo Roberto Burioni che ha bocciato così l'iniziativa promossa dalla regione Veneto. L'idea promossa da Zaia e l'assessore alla Sanità Lanzarin di fronteggiare la carenza dei medici negli ospedali con l'assunzione di dottori in possesso della sola abilitazione, ma privi di un qualunque titolo di specializzazione, non è dunque affatto piaciuta a Burioni, oltre che aver sollevato la protesta degli ordini dei medici.

burioni assunzioni medici

Uno dei post polemici del medico Burioni

La replica alle critiche del medico impegnato da sempre anche per contrastare le fake news sul tema dei vaccini, è arrivata in seguito direttamente dal governatore del Veneto Luca Zaia: «Non mi risulta che debba decidere lui cosa debba fare la Regione del Veneto, visto e considerato che rispettiamo le legge: andiamo in tribunale eventualmente. Va ricordato - ha poi aggiunto il presidente Zaia - che Burioni è lo stesso che sosteneva che il nostro modello di vaccinazione era sbagliato mentre altri 15 paesi europei, tra cui Francia, Spagna, Germania e Gran Bretagna, l’avevano uguale».

Il medico immunologo Roberto Burioni non ha quindi fatto attendere la sua successiva controreplica: «Che il presidente di una importantissima regione italiana dica sciocchezze sulle vaccinazioni come il più babbeo dei no vax è inquietante. - ha dichiarato via social Burioni - Però, caro Zaia, devo darle ragione: le politiche sanitarie della regione Veneto non le decido io. Buona fortuna a lei in tribunale e ai veneti in pronto soccorso». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento