Migranti, manifesti e denunce. Rotta: «Scritte xenofobe», Forza Nuova: «Falso, noi diffamati»

L'On. del Pd Alessia Rotta aveva denunciato la presenza di manifesti con «scritte xenofobe e fasciste», chiedendo chiarimenti al sindaco e sporgendo denuncia per affissione abusiva. In risposta Forza Nuova Verona ha sporto denuncia contro la parlamentare per diffamazione

Uno dei manifesti affissi dai militanti di Forza Nuova Verona in città presso l'Ostello Santa Chiara che ospita dei migranti - immagine fornita da FN Verona

«Destano rabbia e sconcerto i manifesti affissi a Verona da Forza Nuova. Le scritte xenofobe e fasciste devono essere rimosse subito dai muri di una città medaglia d’oro della Resistenza». Così si era espressa nelle scorse ore la parlamentare scaligera Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico, la quale aveva inoltre annunciato di aver già presentato una denuncia per "affissione abusiva".

La stessa deputata Dem aveva inoltre accusato Forza Nuova di star promuovendo da tempo «una campagna becera contro i migranti», impiegando le "armi" di una «propaganda di matrice etnica». Di qui l'On. Alessia Rotta aveva poi rivolto un esplicito appello al primo cittadino di Verona: «Il sindaco Sboarina chiarisca se i manifesti sono stati affissi con l’autorizzazione comunale e, alla luce della denuncia per affissione abusiva, si attivi per rimuoverli immediatamente con le debite sanzioni a Forza Nuova e mostri che la legge è uguale per tutti».

La replica di Forza Nuova e le denunce per diffamazione

A stretto giro è giunta oggi, domenica 27 gennaio "Giornata della Memoria", la risposta da parte degli stessi appartenenti al movimento politico Forza Nuova Verona, nella fattispecie attraverso una nota stampa firmata dal Segretario Provinciale Pietro Amedeo: «Capiamo lo sconcerto, forse anche la rabbia, che deve provare l'On. Alessia Rotta, - spiega il Segretario di FN Verona Amedeo - e ce ne dispiacciamo sinceramente: del resto è nota la profonda differenza che distingue le nostre posizioni politiche, anche in tema di immigrazione, dalle sue e del suo partito. Ciò che non capiamo, però, è quale possa essere il senso della sua precisazione a proposito di "Verona città medaglia d'oro della Resistenza": cosa c'entra la Resistenza con il tema dell'immigrazione?».

In sostanza gli esponenti di Forza Nuova Verona, per il tramite del loro Segretario Provinciale, hanno rivendicato i manifesti affissi non solo a Verona, bensì anche in alcuni Comuni della provincia scaligera (come testimoniato dalle immagini fornite dagli stessi forzanovisti), sostenendo però che l'accusa di «xenofobia», mossa nei loro riguardi dall'On. Alessia Rotta in relazione proprio a tali manifesti, sia del tutto ingiustificata. Le due frasi, scritte in italiano ed altre lingue straniere tra le quali l'arabo, contenute nei manifesti di FN, vale a dire «Immigrati tornate a casa vostra! In italia siamo senza lavoro, senza casa, senza futuro» e «Ogni terra ha il suo popolo, ogni popolo ha la sua terra», non avrebbero per i militanti forzanovisti alcunché di xenofobo e, proprio per questo, a tale accusa Forza Nuova ha deciso di rispondere con una doppia denuncia per diffamazione.

«Citeremo in giudizio l'On. Alessia Rotta, sia in sede penale che civile, - ha spiegato il Segretario Provinciale di Forza Nuova Verona Pietro Amedeo - per aver definito i contenuti del nostro manifesto come "scritte xenofobe", ovvero costituenti fattispecie di reato ai sensi del D. Lgs. n. 231/2001, art. 25-terdecies. Mostri coraggio l'On. Rotta, rinunci all’immunità parlamentare e provi a dimostrare davanti ad un tribunale che le affermazioni contenute in tale manifesto sono xenofobe o razziste». Ma non è tutto, poiché da parte di Forza Nuova Verona è stata inoltre annunciata un'altra querela per diffamazione, questa volta nei confronti di un quotidiano locale che aveva in precedenza dato spazio alle parole dell'On. Alessia Rotta, giornale responsabile, a detta del Segretario di FN Pietro Amedeo, di «aver pubblicato una fotografia che non corrisponde alla realtà descritta e per aver riportato una falsa notizia di reato. Forza Nuova - ha quindi concluso Pietro Amedeo - non tollererà oltre l'offesa gratuita alla reputazione dei propri militanti».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Fugge sulla Transpolesana e getta 100mila euro di cocaina dal finestrino: arrestato

  • Cronaca

    Sprovvisto di biglietto sul treno aggredisce i controllori e ferisce due agenti della polfer

  • Cronaca

    Furgone a fuoco nella notte, paura in città: incendio domato dai pompieri

  • WeekEnd

    Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 19 al 22 aprile 2019

I più letti della settimana

  • Sul treno, si abbassa la zip e si masturba davanti ad una giovane: denunciato

  • Tragico incidente agricolo nel Veronese: morto un uomo di 30 anni

  • Ricerche concluse a Legnago: trovato il cadavere della 29enne Natasha Chokobok

  • Donna vuole suicidarsi e si butta dal ponte, ma precipita sul terreno

  • Schianto fatale in A4: auto esce di strada all'altezza di Caldiero, morto un uomo

  • Provoca incidente mortale a Cerea, giovane patteggia la condanna

Torna su
VeronaSera è in caricamento