Reato di propaganda fascista, Tosi: "Non si processano le idee politiche"

È stato approvato dalla Camera il disegno di legge Fiano, ma i deputati tosiani hanno votato contro. Il leader di Fare!: "Alla sinistra PD è andata male con lo ius soli e ora ci prova con questo provvedimento"

(foto Wikipedia)

Il ddl Fiano sull'apologia del fascismo è pura propaganda della sinistra Pd, area nella quale i renziani stanno cercando un recupero; siccome con lo ius soli è andata male, ci provano con quest’altro provvedimento.

Il segretario di Fare! ed ex sindaco di Verona dichiara Flavio Tosi ha espresso il proprio disappunto dopo l'approvazione alla Camera dei Deputati della legge presentata da Emanuele Fiano che inserisce nel codice penale il reato di propaganda del regime fascista e nazifascista. Una legge che i deputati di fare non hanno sostenuto e quando arriverà in Senato sarà respinta anche dai senatori tosiani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Che non si possano processare le idee o le simpatie politiche, dovrebbe essere ovvio per chiunque voglia davvero difendere la libertà di pensiero - ha aggiunto Tosi - Paradossalmente, il ddl Fiano è pericolosamente antidemocratico: vietare di vendere il busto di Mussolini è una bestialità giuridica: con maggior fondamento si dovrebbe per assurdo vietare di vendere l'immagine di Stalin e di tanti altri dittatori. E non mi sembra proprio che oggi si corra il rischio di una deriva fascista: i problemi del paese di cui si dovrebbe occupare il governo sono ben altri, a cominciare dall’immigrazione e dalla sicurezza, dove il buonismo ha fatto credere a chiunque di poter venire in Italia, alimentando un clima di ribellione, il quale in realtà non è altro che lo specchio della rabbia dei cittadini, vere vittime dell'immigrazione clandestina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

  • Morta tra le fiamme in auto dopo lo scontro: si indaga sulla dinamica

Torna su
VeronaSera è in caricamento