homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Ca' del Bue, Avesani chiede di sospendere la procedura d'accensione

Il primo cittadino di San Martino Buon Albergo, alla conferenza dei servizi che si terrà domani in Agsm, chiederà che venga interrotto l'iter di approvazione al progetto

Il sindaco del Comune di San Martino Buon Albergo Valerio Avesani, in occasione della Conferenza dei Servizi che si terrà domani mattina in Agsm, chiederà che venga sospeso l’iter di approvazione del progetto che prevede la riaccensione dell’inceneritore di Ca’ del Bue.

Non si può procedere prima che venga approvato il nuovo piano regionale dei rifiuti – afferma Avesani -. Nel caso non ci fossero abbastanza rifiuti da bruciare, e i dati in nostro possesso dimostrano che è così, il rischio è quello di procurare un danno ingente ai contribuenti”.

Solo qualche giorno fa Avesani e i sindaci di San Giovanni Lupatoto e Zevio, Federico Vantini e Diego Ruzza, si sono recati a Ponte nelle Alpi, nel bellunese, che da tre anni si colloca in testa alla classifica dei “Comuni più ricicloni d'Italia” e che ha ridotto il rifiuto “secco”, quello cioè destinato alla discarica o alla termovalorizzazione, solo al 5 per cento del totale. “Questo dimostra che le alternative all’incenerimento ci sono – continua Avesani -. Ho appreso inoltre con grande soddisfazione che anche un Comune importante come Legnago nei prossimi mesi adotterà il porta a porta spinto. Si tratta di un ulteriore passo in avanti, a dimostrazione che sul nostro territorio in futuro ci sarebbero sempre meno rifiuti da incenerire”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Sisma in centro Italia. Arrivati i pompieri veronesi, partite altre 7 unità cinofile

    • Cronaca

      Scoperto a truffare l'assicurazione, in casa ha anche delle piante di ganja

    • Cronaca

      Evade da domiciliari e viene trovato con l'eroina: 26enne ancora in manette

    • Cronaca

      49enne trovato privo di sensi al bar all'alba, muore il giorno dopo in ospedale

    I più letti della settimana

    • "Ufficiali giudiziari alla biglietteria Arena, ultima umiliazione per la Fondazione"

    • Ufficiali giudiziari alla biglietteria dell'Arena: "Non vorrei che si ripetesse"

    • Elezioni amministrative 2017. La CSU Veneta in appoggio al sindaco Tosi

    • Passalacqua, sbloccato contributo regionale. PD: "Situazione ancora in stallo"

    • A Negrar una nuova sezione della Lega Nord con un occhio alle elezioni

    • La proposta di Croce: "Verona Official Store per il merchandising della città"

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento