martedì, 29 luglio 19℃

Ca' del Bue, Avesani chiede di sospendere la procedura d'accensione

Il primo cittadino di San Martino Buon Albergo, alla conferenza dei servizi che si terrà domani in Agsm, chiederà che venga interrotto l'iter di approvazione al progetto

La Redazione 19 settembre 2012

Il sindaco del Comune di San Martino Buon Albergo Valerio Avesani, in occasione della Conferenza dei Servizi che si terrà domani mattina in Agsm, chiederà che venga sospeso l’iter di approvazione del progetto che prevede la riaccensione dell’inceneritore di Ca’ del Bue.

Non si può procedere prima che venga approvato il nuovo piano regionale dei rifiuti – afferma Avesani -. Nel caso non ci fossero abbastanza rifiuti da bruciare, e i dati in nostro possesso dimostrano che è così, il rischio è quello di procurare un danno ingente ai contribuenti”.

Annuncio promozionale

Solo qualche giorno fa Avesani e i sindaci di San Giovanni Lupatoto e Zevio, Federico Vantini e Diego Ruzza, si sono recati a Ponte nelle Alpi, nel bellunese, che da tre anni si colloca in testa alla classifica dei “Comuni più ricicloni d'Italia” e che ha ridotto il rifiuto “secco”, quello cioè destinato alla discarica o alla termovalorizzazione, solo al 5 per cento del totale. “Questo dimostra che le alternative all’incenerimento ci sono – continua Avesani -. Ho appreso inoltre con grande soddisfazione che anche un Comune importante come Legnago nei prossimi mesi adotterà il porta a porta spinto. Si tratta di un ulteriore passo in avanti, a dimostrazione che sul nostro territorio in futuro ci sarebbero sempre meno rifiuti da incenerire”.

Valerio Avesani
San Martino Buon Albergo
ca del bue

Commenti