Ikea, Bertucco: "Enorme impatto sulla viabilità". Bozza: "Occasione unica"

Il dibatto politico cittadino si riaccende sul doppio insediamento del colosso svedese nell'area della Marangona, dove sorgerebbe una struttura di vendita Ikea e un centro commerciale Ikea Center

L'argomento era rimasto in secondo piano per mesi, ma a riaccenderlo ci ha pensato qualche giorno fa il presidente del Consorzio Zai Matteo Gasparato. Si tratta dell'insediamento di Ikea a Verona, previsto in un'area della Marangona di proprietà proprio del Consorzio Zai. Gasparato ha ricordato che il 31 luglio scade il contratto preliminare e dal Comune di Verona non è ancora giunto il sì definitivo ad Ikea.

I principali tentennamenti da parte dell'amministrazione comunale non riguardano il punto vendita di Ikea, ma il centro commerciale, il cosiddetto Ikea Center, che sorgerebbe al suo fianco. Dubbi condivisi con il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune Michele Bertucco.

Di per sé Ikea è una grande struttura di vendita da 40mila metri quadri di superficie lorda, grosso modo come Adigeo - scrive Bertucco - Ciò che in realtà si sta preparando è l'arrivo di Ikea più Ikea Center. Quest’ultimo è un altro gigantesco centro commerciale da circa 80mila metri quadri. Totale: 120mila metri quadri. Ikea da sola è in grado di attirare 2,5 milioni di visitatori all'anno, che presumibilmente si muoveranno su 1 milione di automobili. Ikea Center, il centro commerciale, è in grado invece di attirare ben 8 milioni di visitatori all'anno, che presumibilmente si muoveranno su 3,5 milioni di automobili. L'impatto viabilistico complessivo è quindi di ben 4,5 milioni di auto all'anno. È lecito dubitare che tutto si possa risolvere continuando ad aprire svincoli sulla Tangenziale Sud. Questi sono dati eccezionali che vanno valutati attentamente, non sono noccioline.

Il problema del traffico e della viabilità è evidenziato anche dal Partito Democratico di Verona, il quale ritiene possibile trovare un accordo con Ikea solo se il colosso svedese darà il suo contributo nella risoluzione dei nodi della mobilità che già interessano la zona di Verona Sud.

Di occasione da non perdere invece parlano i tosiani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ikea rappresenta l'unica grande opportunità per riqualificare un'area destinata ad ospitare capannoni industriali, oggi non appetibili per il mercato, i cui proprietari da decenni subiscono vincoli urbanistici in attesa che il comparto sia urbanizzato - scrivono i consiglieri comunali Alberto Bozza e Flavio Tosi - Verona in cambio otterrà svincoli sulla superstrada, la variante alla SS12 fino a sud di Cadidavid, oltre 1000 posti di lavoro, senza dimenticare che il colosso svedese per politica aziendale commissiona il 50% dei mobili ad imprese del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • Provincia baciata dalla fortuna al SuperEnalotto: vinti oltre 40 mila euro

  • «Alleanza contro Covid-19», i primi frutti delle ricerche fatte a Verona

  • Gardaland annuncia la data della riapertura ufficiale: attrazioni all'aperto tutte disponibili

  • La «protesta silente» che rischia di passare sotto silenzio andata in scena anche a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento