Nascono i gruppi di Verona Domani in tutte le Circoscrizioni: «Paladini del civismo»

Oltre una decina, tra presidenti e consiglieri, sposano la causa del movimento fondato da Casali e Gasparato: «Saremo protagonisti in prima linea nei numerosi impegni elettorali»

Verona Domani, nascono i gruppi nelle Circoscrizioni di Verona

A distanza di pochi mesi dalla nascita ufficiale nei banchi del Consiglio Comunale, Verona Domani sbarca anche nelle Circoscrizioni veronesi. L’associazione, fondata nel 2014 da Matteo Gasparato, presidente del Consorzio Zai e dal consigliere regionale Stefano Casali, ha presentato questa mattina alla stampa gli esponenti che rappresenteranno il movimento negli 8 parlamentini veronesi. Alla presentazione erano presenti Gasparato, Paolo Rossi, (presidente dell’associazione e vicepresidente del Consiglio comunale), Marco Zandomeneghi (capogruppo in Consiglio comunale), Massimo Paci (consigliere comunale e vicepresidente di Verona Domani a livello comunale), e gli assessori Francesca Briani e Filippo Rando.

«Verona Domani è oggi uno dei gruppi più numeroso e rappresentato nelle Circoscrizioni scaligere. Coerentemente con quanto avvenuto in Consiglio comunale, la scelta di creare un gruppo autonomo anche nei parlamentini era una scelta doverosa e non più rinviabile – ha detto Zandomeneghi – Il nostro, nella attuale scena politica veronese, è l’unico movimento restato fortemente ancorato al civismo, visto che altri movimenti che erano nati con le stesse caratteristiche hanno deciso di intraprendere dopo le elezioni del 2017 altri percorsi, sposando la causa dei partiti nazionali, venendone inglobati e di fatto scomparendo. Un esempio viene proprio dalle Circoscrizioni, dove numerosi, se non tutti, i rappresentanti eletti in quelle liste, hanno fatto i bagagli emigrando verso altri lidi. Verona Domani è invece rimasta un’associazione fortemente ancorata a politiche del territorio, ai quartieri, ai valori moderati che sempre l’hanno contraddistinta fin dalla sua nascita».

«Anche nelle Circoscrizioni intraprenderemo un percorso che ci permetterà di avere maggiore autonomia ed indipendenza, pur nel rispetto delle alleanze e degli accordi con le forze politiche di maggioranza, come del resto è sempre avvenuto in questi anni – ha sottolineato Rossi – A breve ci saranno nuovi ingressi ed adesioni. Verona Domani, proprio per le sue caratteristiche, la sua impronta civica, la sue esperienza amministrativa, le sue proposte concrete e per il suo forte attaccamento alla vita dei quartieri, è sempre più attrattiva, non solo a Verona, ma anche in molti Comuni della provincia».

Matteo Gasparato rivolge uno sguardo alle prossime sfide: «Nei prossimi mesi Verona Domani sarà protagonista in prima linea in numerosi impegni elettorali che vedranno Comuni della provincia, parlamento Europeo e Consiglio provinciale eleggere i nuovi rappresentanti. Isola della Scala con il nostro sindaco Stefano Canazza e tante altre realtà della provincia dove siamo rappresentati potranno essere un modello da esportare. Continueremo a promuovere e a credere in un progetto che ha lanciato e continua a farlo, giorno dopo giorno, idee, proposte e obiettivi per una Verona sempre più competitiva».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 febbraio 2020

  • Rubavano dalla cassa del negozio per cui lavoravano: commesse in manette

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

Torna su
VeronaSera è in caricamento